Imola

Furgone fa cadere ciclista e fugge, individuato il "pirata"

Denunciato un 48enne di Palazzuolo sul Senio. Nell'incidente era rimasta ferita una donna

La bicicletta di Renato Gamberini in via Cappelli
| Altro
N. Commenti 0

24/giugno/2020 - h. 13.57

IMOLA - La  Polizia Locale di Imola ha denunciato in stato di libertà per allontanamento da luogo di incidente con feriti e omissione di soccorso un uomo di 45 anni che, alla guida di un furgone, ha investito e fatto cadere una ciclista, lungo la pista ciclabile in via Emilia, all’altezza del civico 42, in centro città.

L’incidente è accaduto nei giorni scorsi, nel primo pomeriggio. In sostanza, il furgone procedeva verso il centro storico, quando, per evitare alcune auto in sosta, si portava sulla propria sinistra, invadendo la pista ciclabile in direzione Bologna, ed investendo e facendo cadere una ciclista, che la percorreva in direzione ospedale vecchio. Portata al Pronto soccorso, la donna è stata medicata e dimessa con una prognosi di 25 giorni.

Il conducente del furgone si è dapprima fermato per verificare le condizioni della donna, poi ai due testimoni presenti sul posto, che nel frattempo avevano avvertito il 118, ha detto che avrebbe spostato il furgone per parcheggiarlo più avanti, al fine di non essere di intralcio alla circolazione. In realtà, si allontanava dal luogo dell’incidente, senza attendere né l’arrivo dell’ambulanza né quello della pattuglia della Polizia Locale, allerta nel frattempo.

Grazie alle prime indicazioni dei testimoni, la Polizia Locale è riuscita a ricostruire esattamente la targa del furgone e una volta inserito il numero nel sistema di telecamere per il rilevamento targhe, ha seguito il percorso del mezzo. Vedendo che il furgone stava percorrendo la via Emilia in direzione Faenza, il Comando di Imola ha allertato i colleghi della Polizia Locale dell’Unione Romagna Faentina. Questi ultimi,  utilizzando l’analogo sistema di rilevamento targhe in dotazione anche in quel territorio, sono riusciti a rintracciare il furgone e fermare il conducente all’altezza di Brisighella, mentre era diretto alla propria abitazione a Palazzuolo sul Senio. Una volta identificato, hanno trasmesso i dati ai colleghi di Imola, che hanno proceduto con la denuncia.

Il fermo e l’identificazione del conducente, seguiti dalla denuncia, costituiscono un risultato positivo che è il frutto di un proficuo gioco di squadra, che ha potuto contare sulla collaborazione dei testimoni, la funzionalità del sistema di rilevamento targhe e la piena collaborazione fra i Comandi di Polizia Locale di Imola e dell’Unione Romagna Faentina.