Istruzione

La scuola in Emilia-Romagna ripartirà il 14 settembre

Ultima campanella il 5 giugno. Visita del ministro Lucia Azzolina: "Territorio virtuoso, qualche criticità legata ai trasporti"

La scuola in Emilia-Romagna ripartirà il 14 settembre

Lucia Azzolina, ministra dell'Istruzione

| Altro
N. Commenti 0

21/luglio/2020 - h. 14.47

BOLOGNA - "Sugli spazi" per le lezioni del prossimo anno nel rispetto delle norme per evitare possibili contagi da Covid-19, "ci siamo. Sui trasporti resta ancora qualche piccola criticità, ma la ministra De Micheli sta facendo un buon lavoro. Si darà una risposta anche per i trasporti". Lo ha detto la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina, questa mattina a Bologna, rispondendo a una domanda sulla situazione delle aule.Al termine di un incontro con il dirigente dell'Ufficio scolastico regionale per l'Emilia-Romagna Stefano Versari per fare il punto sulla ripartenza, ha aggiunto. "Questo è un territorio virtuoso, sulla scuola lo è sempre stato e lo sta dimostrando anche oggi. Grazie al lavoro dell'Ufficio scolastico regionale e agli enti locali sono stati reperiti molti spazi tanto che qui non ci sono problemi insormontabili. Si sta facendo un grande lavoro di coesione, di comunità".

Intanto la Giunta regionale ha messo nero su bianco le date dell'anno scolastico 2020-21: la scuola partirà lunedì 14 settembre, per
concludersi sabato 5 giugno. I giorni stabiliti per l'avvio e il termine dell'attività didattica sono valide per le classi elementari, medie, superiori e per le classi di formazione, Ie cosiddette