Romagna

Breaking Bad alla romagnola: sgominata banda dedita allo spaccio

Un chimico colombiano preparava dosi speciali di cocaina e marijuana. Venti arresti, coinvolti tutti i territori romagnoli

fotorepertorio
| Altro
N. Commenti 0

22/luglio/2020 - h. 12.53

Coinvolge tutta la Romagna l'operazione Riviera, vasta indagine che è stata portata a compimento oggi dai carabinieri del Ros. Sono 18 gli arrestati in tutta Italia, di cui 7 a Rimini e due a Forlì. Ci sono però altre quattro persone indagate: due a Ravenna e altre due nel Forlivese. Le ordinanze di custodia cautelare sono state ordinate dalla procura Distrettuale di Bologna  per associazione finalizzata al traffico illecito e spaccio di sostanze stupefacenti, con le aggravanti relative al numero di componenti, alla disponibilità di armi e al coinvolgimento di un minore.

Sequestrati beni e un'impresa individuale per circa 150mila euro e nove perquisizioni. L'operazione è stata eseguita anche in Albania nei confronti di tre cittadini di quel Paese. Nel 2018 una segnalazione della polizia colombiana aveva fatto scattare l'allarme: un chimico colombiano era arrivato a Rimini anche per definire una trattativa volta al trasferimento del know how sulla raffinazione dello stupefacente che sarebbe stato importato dal Sud America, dall'Albania e dal resto d'europa. Il chimico creava la "cocaina rosada" che causava allucinazioni ed aggressività agli assuntori. Altro prodotto molto richiesto era "Amnesia", marijuana tagliata col metadone: cocktail che creavano attacchi di panico, perdita di memoria e di lucidità oltre alle capacità motorie.

Quasi tutte di nazionalità albanese le persone arrestate. Quanto raccolto ha permesso di emettere un provvedimento cautelare che di fatto ha disarticolato un’associazione criminale i cui sodali, sebbene in alcuni casi legati da vincoli familiari, possedevano ruoli ben distinti e si adoperavano per il soddisfacimento delle richieste che pervenivano dall’area riminese. Trovato durante le perquisizioni  un fucile calibro 12, provento di furto, e vario munizionamento. Ad un minore erano  affidati specifici compiti nelle fasi di preparazione del narcotico (pesatura e confezionamento), nonché nel reperimento di clienti per l’acquisto dello stesso e recupero delle somme di denaro a saldo di stupefacente ceduto a credito.