Riccione

Banda di giovani terrorizza Riccione: 19 ragazzi denunciati, otto sono minori

I carabinieri hanno eseguito sette arresti, cinque dei quali non hanno ancora 18 anni

Banda di giovani terrorizza Riccione: 19 ragazzi denunciati, otto sono minori
| Altro
N. Commenti 0

27/luglio/2020 - h. 17.10

RIMINI I carabinieri di Riccione hanno catturato i componenti di una banda di giovani, tra cui anche minorenni, accusati di aver compiuto lo scorso weekend un furto e una rapina ai danni di turisti altrettanto giovani, ma si ritiene che gli stessi possano avere messo a segno nell'ultimo mese diversi colpi della medesima natura.Il blitz è scattato tra domenica e oggi e ha permesso di arrestare sette giovani, di cui cinque minori, e di denunciarne altri 12, di cui tre minori, residenti prevalentemente tutti a Bergamo tranne uno di Lucca. La figura chiave che ha permesso di dare una svolta alle indagini è quella di una ragazza bionda di 18 anni. Tutto è partito venerdì sera sul lungomare di Riccione quando dei turisti bergamaschi, che pedalavano sul risciò, sono stati fermati da due giovani.

Uno di loro, secondo la ricostruzione, ha dato uno schiaffo e strappato la collanina d'oro dal collo di uno dei turisti, i quali sul mezzo avevano montato un'action-camera. Il filmato ha permesso ai carabinieri di individuare poco dopo i soggetti insieme ad un gruppo ben più ampio, tra cui la ragazza bionda. Una volta in caserma, si è presentato alla porta un turista, questa volta del Lecchese, per denunciare una rapina con aggressione avvenuta in spiaggia quella stessa sera. In sala d'attesa il turista ha riconosciuto la ragazza bionda: la 18enne avrebbe provato a fermare i suoi amici dal soccorrerlo mentre veniva picchiato e rapinato. "Ringrazio le Forze dell'Ordine, Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, per l'ottimo risultato conseguito negli ultimi giorni. Riccione è una città sicura grazie al duro lavoro delle donne e degli uomini che ogni giorno, ogni notte, senza risparmiarsi mai, scendono in strada. 

Le dichiarazioni del sindaco

Così Renata Tosi, sindaco riccionese, commenta la vicenda: "Riccione è una città sicura, lo ribadisco, per i cittadini, i giovani e i turisti che ogni anno ci scelgono come meta balneare. La sicurezza viene dalla collaborazione tra i corpi delle Forze dell'Ordine, dalla consapevolezza che le istituzioni cittadine sono al loro fianco sempre. La presenza a Riccione delle donne e degli uomini di Polizia di Stato e dei Carabinieri è per noi fondamentale così come siamo grati dell'ottimo lavoro della nostra Polizia Locale. Se da sempre abbiamo ritenuto importante l'invio di rinforzi nella stagione estiva, lo abbiamo fatto, proprio per loro, perché il lavoro delle Forze dell'Ordine deve essere sostenuto da scelte coerenti e adeguate al territorio".