Ravenna

Abbandono e scorretto smaltimento di rifiuti: accertate 22 infrazioni

Individuati grazie alle fototrappole. Nove multe a Roncalceci, altrettante sui lidi

La 'discarica' denunciata da Angela Ferrini
| Altro
N. Commenti 0

19/agosto/2020 - h. 17.06

RAVENNA -  Con l’obiettivo di educare la cittadinanza al corretto smaltimento dei rifiuti e quindi contrastare le pratiche di abbandono – atti che denotano assenza di senso civico, che pregiudicano il decoro del territorio e danneggiano l’intera comunità – il Comune di Ravenna, in collaborazione con la Polizia Locale e con Hera in qualità di ente gestore del servizio, si è dotato di una specifica strumentazione che permette di individuare i trasgressori. 

Le attività di controllo attraverso le cosiddette “fototrappole” sono partite da tre mesi e hanno portato all'accertamento di 22 infrazioni riguardanti lo scorretto conferimento o l'abbandono di rifiuti; 9 violazioni sono state riscontrate nell'area territoriale di Roncalceci e altrettante in quella del mare. Il regolamento sul conferimento dei rifiuti prevede sanzioni che vanno da 52 euro, in caso di non corretto conferimento dei rifiuti, fino a 300 euro per chi abbandona rifiuti ingombranti; 166 euro è la sanzione prevista per il trasgressore non residente nel comune che conferisce i rifiuti, mentre l'abbandono di rifiuti considerati pericolosi comporta una denuncia all'autorità giudiziaria, come previsto dal testo unico ambientale.

Si ribadisce che la funzione principale dell’impiego di tali “fototrappole” è quella di deterrente rispetto all’attuazione di comportamenti indecorosi e incivili e si ricorda che è vietato conferire rifiuti fuori dal proprio Comune e che è sempre vietato abbandonare rifiuti anche nei pressi dei cassonetti: Pertanto, se questi sono pieni, è necessario attendere il loro svuotamento, oppure recarsi presso un’altra Isola Ecologica di Base (ovvero il punto in cui vengono collocati i contenitori per la raccolta differenziata e indifferenziata). Per i rifiuti ingombranti è previsto il ritiro gratuito nella propria abitazione da parte di Hera, prenotando il ritiro al numero verde 800 999 500.