Imola

Plafond del Comune a sostegno delle aziende della cultura

L'assessore: " Le associazioni culturali imolesi elaborano, organizzano ed animano tante iniziative e manifestazioni rilevanti ai fini del progresso civile, economico e culturale della città e questo bando rappresenta la volontà dell’amministrazione di aiutarle”

Piazza Matteotti e il comune di Imola

Fotoarchivio Sanna

| Altro
N. Commenti 0

18/novembre/2020 - h. 17.39

IMOLA - Un segno di attenzione concreto al mondo della cultura e delle attività artistiche arriva dal Comune di Imola. La giunta comunale ha infatti deliberato l’apertura di un bando denominato #STRAORDINARIA CULTURA 2020, rivolto ad associazioni ed enti imolesi che hanno sostenuto spese non recuperabili per l’organizzazione di iniziative e progetti artistici e culturali programmati nel territorio comunale, non realizzati a causa dell’emergenza sanitaria.

Con un plafond complessivo stimato in 10 mila euro, il bando è rivolto ad associazioni ed enti culturali iscritti all’Elenco comunale delle associazioni del Comune di Imola e formalmente costituite alla data del 31/10/2019. “Il bando #STRAORDINARIACULTURA2020 è lo strumento pensato dal Comune di Imola a copertura dei danni subiti dai diversi soggetti culturali cittadini per le attività forzatamente sospese a causa dell’emergenza Covid-19 nell'anno 2020. Le associazioni culturali imolesi elaborano, organizzano ed animano tante iniziative e manifestazioni rilevanti ai fini del progresso civile, economico e culturale della città e questo bando rappresenta la volontà dell’amministrazione di aiutarle” spiega Giacomo Gambi, assessore alla Cultura del Comune.

“Il bando, come suggerisce anche il nome, è una #STRAORDINARIA iniziativa di "ristoro", considerata, appunto la straordinarietà di quest'anno. Così si prova a rispondere, almeno in parte, alla necessità di contenere gli effetti negativi che l’emergenza Covid19 ha comportato per la rete di associazioni del territorio” aggiunge l’assessore Gambi, che conclude “non solo. Tante associazioni in questi mesi non si sono fermate ed hanno continuato ad elaborare proposte per la città ed è per questo che, come gli altri anni, nei prossimi mesi uscirà anche l'avviso pubblico per i contributi ordinari per attività, culturali e non, da svolgersi nel 2021. Perché la cultura non si è mai fermata”. 

Va ricordato, infatti, che nella comunità imolese una parte significativa della programmazione culturale è organizzata e gestita da associazioni culturali che operano senza fini di lucro e fondano nella maggior parte dei casi la loro attività sul volontariato. L’attuale situazione di emergenza determinata dalla pandemia Covid 19 ha colpito duramente, a Imola come in tutto il territorio nazionale, le attività artistiche e culturali, per loro natura vocate alla socialità e all’aggregazione dei cittadini.

Criteri e modalità di assegnazione – Per quanto riguarda criteri e modalità di assegnazione dei contributi, oltre a quanto previsto dal “Regolamento comunale per la concessione di contributi, vantaggi economici e spazi ad enti e associazioni” (analogamente a quanto avviene per i contributi ordinari) il bando precisa che “saranno ammesse esclusivamente richieste riferite ad attività culturali ed artistiche già programmate, destinate a svolgersi all’interno del territorio comunale nel periodo dell’emergenza sanitaria (1 febbraio - 31 dicembre 2020), non realizzate o non realizzabili a causa delle limitazioni per il contenimento del contagio da COVID 19; l’ammontare del contributo straordinario sarà calcolato in base al totale delle spese documentate ritenute ammissibili e documentabili attraverso pezze giustificative fiscalmente valide, al numero delle richieste pervenute e alle risorse disponibili; le spese sostenute dovranno essere collegate direttamente all’iniziativa annullata e non recuperabili in nessun modo in successive iniziative; potrà essere riconosciuto un contributo straordinario fino all’80% delle spese documentate; sono escluse le spese di investimento e per attrezzature non direttamente funzionali all’attività a cui fa riferimento la richiesta presentata all’Amministrazione comunale; è richiesta l’indicazione di eventuali altre entrate confermate (sponsorizzazioni o contributi da enti) riferite all’attività a cui fa riferimento la richiesta presentata all’Amministrazione comunale 

Come e quando fare la richiesta di contributo - La richiesta di contributo straordinario dovrà essere redatta secondo le modalità descritte nell’Avviso che sarà pubblicato all’Albo Pretorio e sul sito ufficiale del Comune di Imola.

Le richieste di contributo dovranno improrogabilmente pervenire entro il 30 novembre 2020 e  potranno essere inviate al Comune di Imola come segue: 

1) direttamente all’Ufficio Protocollo del Comune di Imola – Piazza Matteotti 23 – 40026 Imola, nei seguenti orari di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì 9.00/13.00, martedì e giovedì anche dalle 15.00 alle 17.30; 

2) tramite posta elettronica, inviata anche da indirizzo di posta elettronica normale, all’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) del Comune di Imola: comune.imola@cert.provincia.bo.it.

Per informazioni: Servizio Attività Culturali – Piazza Gramsci n. 21 - 40026 Imola – referente Lidia Mastroianni, tel. 0542 602427, e-mail: lidia.mastroianni@comune.imola.bo.it