forli

Fugge all'alt e vola nel dirupo

L'albanese era scappato sulla Bidentina inseguito dai carabinieri. Rinvenute tracce di sangue e il cellulare. Sull’auto della fuga trovati attrezzi da scasso

Fugge all'alt e vola nel dirupo
| Altro
N. Commenti 0

14/marzo/2012 - h. 09.45

CIVITELLA - Rocambolesco inseguimento nella notte, per fermare il ladro in fuga. Il giovane, un albanese pare residente fuori zona, nella notte tra lunedì e martedì è stato fermato sulla Bidentina, all’altezza di Civitella, durante uno dei normali controlli dei carabinieri. Davanti all’alt intimato dagli uomini dell’arma, però, il conducente dell’auto, risultata poi rubata, ha schiacciato il piede sull’acceleratore. I carabinieri lo hanno subito inseguito lungo la Bidentina.

Tra Civitella e Galeata, poco prima dell’azienda Babini, l’auto è stata abbandonata in strada. E’ sceso di corsa un uomo, che ha proseguito la fuga a piedi lungo il dirupo, tra i rovi che costeggiano un vivaio.
Lo straniero è riuscito a far perdere le sue tracce, complice la notte. Sul posto sono arrivati gli uomini del soccorso alpino, che hanno avviato le ricerche per cercare l’uomo, con ogni probabilità rimasto ferito nella caduta dopo il volo di diversi metri.
Lungo il fossato, infatti, all’alba, i soccorritori aiutati anche dai cani per le ricerche, hanno trovato diverse tracce di sangue. In tarda mattinata è stato rinvenuto anche il cellulare dell’albanese fuggito all’alt. L’uomo ha dunque lasciato diverse tracce: sull’auto abbandonata prima di gettarsi nel dirupo, sono stati rinvenuti diversi attrezzi atti allo scasso.

Non è da escludere che l’albanese, dopo essersi ferito, sia riuscito a raggiungere a piedi la zona in cui è stata rubata, nella stessa notte, un’automobile. I carabinieri della Compagnia di Meldola continuano le ricerche. Non è da escludere che l’albanese in fuga sull’auto rubata e per giunta con a bordo gli attrezzi utili allo scasso, abbia agito con la complicità di altre persone.