economia

Seaf: liquidazione da 12 milioni di euro

Questa la prima stima dei costi per l'operazione volontaria per cui è stato incaricato Riccardo Roveroni

Riccardo Roveroni, liquidatore di Seaf. Dietro a lui l'assessore regionale Peri

Foto Enrico Rondoni

| Altro
N. Commenti 0

15/maggio/2012 - h. 08.07

FORLI' - Circa 12 milioni di euro: tanto costerà la liquidazione volontaria della Seaf, cui si aggiunge l’esborso per mantenere “vivo” il “Ridolfi” per il tempo necessario all’iter per il bando europeo per la nuova licenza. Il direttore di Enac, Alessio Quaranta, ha infatti ufficializzato, con una lettera, che sarà avviata la procedura di decadenza della concessione del sedime e la procedura di gara ad evidenza pubblica di tipo europeo, mentre la Seaf deve mantenere comunque l’operatività dello scalo. Sono stati calcolati circa 300mila euro al mese per quattro mesi perché oggi lo scalo costa diecimila euro al giorno. E’ questa una prima stima dei costi di cui il liquidatore del gestore dell’aeroporto di Forlì, Seaf, dovrà occuparsi di qui in avanti per consentire di dare un futuro alla struttura.

Nel pomeriggio, a Forlì, l’assemblea dei soci di Seaf ha nominato il liquidatore della società. L’incarico è stato affidato a Riccardo Roveroni, dottore commercialista di Bologna. Roveroni già domani andrà nella capitale alla sede di Enac a Roma per definire le prime tappe dell’iter del nuovo corso dell’aeroporto Ridolfi.