Forlì

L’assessore Drei vuol diventare Sindaco

La maggioranza del Pd punta sull’uomo della Giunta Balzani per vincere le primarie

L’assessore Drei vuol diventare Sindaco

Foto Enrico Rondoni

| Altro
N. Commenti 0

05/febbraio/2014 - h. 09.19

FORLI' - Davide Drei accetta la sfida per diventare sindaco di Forlì: disponibile a candidarsi alle primarie, dopo che il sindaco Roberto Balzani si è negato per la corsa al bis. E’ lo stesso assessore al Welfare del Comune a darne conferma. “Dopo le molte sollecitazioni pervenutemi da persone esponenti di organizzazioni della società civile e della politica - dichiara Drei - ho dato la mia disponibilità a candidarmi alle primarie del Partito Democratico per la carica di sindaco di Forlì”. E molto probabile che ieri dalle stanze dei bottoni del Pd, Drei abbia ricevuto l’investitura della maggioranza del partito che negli ultimi giorni si era inchiodata su un pullulare di candidature possibili.

Due nomi su tutti: Veronica Zanetti, capogruppo del Pd in Consiglio comunale trainata dai renziani da coordinatrice dei Comitati per Renzi, fin dalla sfida con Bersani, qual è stata, e Raoul Mosconi, ex “portavoce” di Balzani alle primarie e dirigente dell’Asp. Dal Partito Democratico però, non è arrivata nessuna comunicazione ufficiale perché evidentemente, a differenza di quanto dichiarato dalla segreteria territoriale Valentina Ancarani - “domani (ieri) avremo definito il quadro su tutto” - ancora c’è qualcosa da definire. Non è detta l’ultima parola infatti sulla possibilità di primarie di coalizioni con Sel, Sinistra Ecologia e Libertà che si è aperta al confronto a partire dai progetti del programma elettorale. Ma a questo punto, con Drei, forte della maggioranza del Pd, ma molto vicino al mondo cattolico e del volontariato, un candidato di sinistra da sfidare, può essere anche diventato più appetibile. Drei nei prossimi giorni ha già annunciato di volere illustrare i contenuti e modalità di svolgimento della campagna relativa alle primarie.

Non sarà comunque l’unico uomo in corsa del Partito Democratico. Ubalda Marra, ex assessore in quota Pri, e poi segretario dei Ds ai tempi di Nadia Masini sindaco, ha già ritirato i moduli per la raccolta firme e messo in cantiere il primo incontro, stasera, per spiegare i suoi progetti per la città. Gli altri che si sono già resi disponibili a candidarsi, gli ex assessori Lodovico Buffadini, Mauro Bacciocchi e anche il consigliere di Circoscrizione Lodovico Zanetti, sono dei battitori liberi. Resta ancora l’incognita Guglielmo Russo, vicepresidente della Provincia, mentre non è ancora venuta allo scoperto l’ala più a sinistra del Partito Democratico dove sono attivi Giulio Marabini, Gessica Allegni e l’ex assessore Giovanni Bucci, oltre a alcuni esponenti di provata militanza.

E’ probabile che la candidatura di Drei, nonostante l’appeal derivato dalla familiarità con il mondo del volontariato, non sia gradita essendo anche la figura di continuità con il sindaco Balzani che l’aveva chiamato in Giunta nel 2009 dopo una carriera tutta giocata nell’associazionismo. Drei è stato socio fondatore e primo presidente della cooperativa sociale Spazi Mediani, attiva in servizi e progetti per l’integrazione sociale e lavorativa degli immigrati (nel 2011 si è fusa con Sesamo per dare vita all’unica cooperativa sociale “Dialogos”), tra il 2006 e il 2009 ha ricoperto al carica di vicepresidente del Consorzio Solidarietà Sociale Forlì-Cesena e tra il 2008 e il 2009 è stato presidente della Conferenza Nazionale Enti Servizio Civile, oltre che presidente tra il 2004 e il 2009 di Federsolidarietà di Confcooperative Emilia-Romagna.