Lugo

Finisce la fuga del rapinatore 'chirurgo'

Mascherina sul viso e forbici in mano ha commesso due rapine prima essere fermato dai carabinieri

Finisce la fuga del rapinatore 'chirurgo'
| Altro
N. Commenti 0

10/maggio/2015 - h. 10.01

LUGO - Dopo essere evaso da una struttura sanitaria del Faentino ha ‘vestito’ i panni del rapinatore assaltando, forbici alla mano e mascherina da chirurgo a coprirgli il volto, prima un salone da parrucchiere di Ravenna poi un bar di Lugo. Protagonista della scorribanda criminale un pregiudicato 50enne, sino a qualche tempo fa residente in un Comune della Bassa Romagna. L’uomo, ex tossicodipendente e da tempo ai domiciliari presso una clinica faentina, era ‘evaso’ nella notte tra giovedì e venerdì. Nella mattinata di ieri, dopo che nelle 24 ore precedenti aveva messo a segno le due rapine tra Ravenna e Lugo, il 50enne è stato intercettato e sottoposto a fermo di polizia giudiziaria dai carabinieri della Compagnia di Lugo.

Dopo l’evasione dalla clinica, l’uomo avrebbe raggiunto Ravenna e qui, poco prima delle 13, avrebbe messo a segno il primo colpo ai danni di un salone da parrucchiere di via Carducci. Nell’occasione, prima di darsi alla fuga a piedi, aveva minacciato i titolari con un paio di forbici da sarta riuscendo ad arraffare un portafogli appoggiato vicino alla cassa e il telefono cellulare di una cliente. Poche ore dopo l’uomo era entrato nuovamente in azione con lo stesso modus operandi: mascherina da chirurgo sul viso e forbici in mano. Diverso l’obiettivo del rapinatore, questa volta un bar della prima periferia di Lugo. Anche in questo caso, dopo aver minacciato il titolare, riuscendo a farsi consegnare l’incasso della giornata (diverse centinaia di euro), il malvivente era riuscito a fuggire a bordo di una bicicletta. La sua fuga, tuttavia, è durata ben poco dato che - grazie ad alcune testimonianze e alle immagini di diverse telecamere di sicurezza - i carabinieri sono presto riusciti a risalire alla sua identità e a rintracciarlo. Il 50enne è stato dapprima rinchiuso nelle camere di sicurezza del comando carabinieri di Lugo e successivamente trasferito in carcere a Ravenna. Sono in corso ulteriori accertamenti per ricostruire gli spostamenti dell’uomo dal momento dell’evasione.