Lugo

Giovanissimi e adulti insieme al computer

Consegna le borse di studio ai baby-istruttori dei corsi d’informatica. 15 studenti hanno fatto da “tutor” a 30 adulti

Giovanissimi e adulti insieme al computer
| Altro
N. Commenti 0

13/aprile/2016 - h. 01.31

Lo scorso 7 aprile, nella biblioteca del Liceo di Lugo, si è tenuta la cerimonia di consegna delle borse di studio ai giovani istruttori dei corsi “Giovani e adulti insieme al computer”. L’iniziativa, nata in collaborazione con il Liceo di Lugo, ha avuto inizio nell’anno scolastico 1999-2000 ed è finalizzata a favorire l’incontro tra generazioni di età e mentalità diverse proprio tramite ciò che più sembra dividerle: il computer. In questi diciassette anni ha visto coinvolti più di 270 studenti e più di 550 adulti ultracinquantenni.

Gli studenti “istruttori”, iscritti al penultimo anno del Liceo di Lugo, sono stati selezionati tra i più meritevoli e dotati di capacità di relazione umana in ordine alla funzione di guida e assistenza agli adulti nell’uso del computer. Quest’anno 15 studenti hanno fatto da “tutor” a 30 adulti. I corsi, della durata di cinque incontri settimanali pomeridiani di due ore ciascuno, hanno visto impegnato ogni studente nell’assistenza di due adulti per guidarli nell’apprendimento della videoscrittura, dell’uso della posta elettronica, della consultazione di internet per quanto riguarda la ricerca di informazioni su servizi di pubblica utilità e di cultura.

Ad ogni studente, al termine del corso, è stata consegnata una mini “borsa di studio” ed un diploma per valorizzare meriti, capacità e sensibilità nell’aiuto prestato. Le borse di studio di quest’anno sono di €. 130 ciascuna. Molti istruttori e molti allievi hanno espresso opinioni e pareri sull’iniziativa giudicata da tutti “positiva ed interessante”. Ha fatto capire ai giovani come ci si sente quando si sta “dall’altra parte della cattedra” e quali sono i doveri che questo comporta, mentre ha regalato agli allievi, a volte nonni, la possibilità di instaurare un rapporto personale e diretto con i “nipoti tutor” che con pazienza e sensibilità hanno cercato di farli entrare in un mondo sconosciuto e misterioso, ma estremamente interessante e utile.