Lugo

Assolta l'ex infermiera accusata dell’omicidio di una sua paziente

Questo il verdetto della Corte di Assise di appello di Bologna per Daniela Poggiali

Assolta l'ex infermiera accusata dell’omicidio di una sua paziente

Daniela Poggiali in una delle ormai famose foto con la paziente morta

| Altro
N. Commenti 0

07/luglio/2017 - h. 18.21

 

La Corte di assise di appello di Bologna ha assolto perché il fatto non sussiste Daniela Poggiali, 45 anni, ex infermiera, all'ospedale di Lugo, che era stata condannata all’ergastolo in primo grado per la morte della paziente 78enne Rosa Calderoni.
L’ex infermiera, che il 9 ottobre del 2014, fu arrestata nella sua casa di Giovecca di Lugo dai carabinieri, fu al centro di un’indagine giudiziaria per  essere sospettata di decine di morti nei suoi anni di lavoro. Successivamente la Procura di Ravenna le ha notificato l’avviso di conclusione indagini per il decesso di Massimo Montanari, 95 anni, morto il 12 marzo 2014 nel reparto dove lavorava la donna in circostanze sospette.
La Corte di assise di appello di Bologna ha assolto perché il fatto non sussiste Daniela Poggiali, 45 anni, ex infermiera, all'ospedale di Lugo, che era stata condannata all’ergastolo in primo grado per la morte della paziente 78enne Rosa Calderoni.

 

L’ex infermiera, che il 9 ottobre del 2014, fu arrestata nella sua casa di Giovecca di Lugo dai carabinieri, fu al centro di un’indagine giudiziaria per essere sospettata di decine di morti nei suoi anni di lavoro. Successivamente la Procura di Ravenna le ha notificato l’avviso di conclusione indagini per il decesso di Massimo Montanari, 95 anni, morto il 12 marzo 2014 nel reparto dove lavorava la donna in circostanze sospette.