Ravenna

Il fiuto di Bacol inchioda il pusher

Il cane antidroga incastra un giovane marocchino con 30 grammi di cocaina

Il fiuto di Bacol inchioda il pusher
| Altro
N. Commenti 0

12/settembre/2017 - h. 15.35

Nella giornata di ieri i Finanzieri di Ravenna, nel corso della quotidiana attività di contrasto ai traffici illeciti e di controllo economico del territorio, avvalendosi di uno dei cani antidroga in servizio a Ravenna, hanno tratto in arresto presso la stazione un giovane marocchino trovato in possesso di più di 30 grammi di cocaina.
Il soggetto è stato “annusato” da Bacol, splendido esemplare di labrador antidroga delle Fiamme Gialle, che subito dopo essersi avvicinato alla persona, ha segnalato al proprio conduttore la presenza di sostanza stupefacente. 
I Finanzieri hanno così perquisito l’individuo che è effettivamente risultato detenere, occultate tra i gli indumenti, 22 dosi di cocaina già confezionata e pronta per essere immessa sul mercato dello spaccio.
Il giovane marocchino, incensurato ed in possesso di regolare permesso di soggiorno, è stato immediatamente arrestato dalla Guardia di Finanza e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Nella mattinata odierna il soggetto è stato sottoposto a giudizio per direttissima, a seguito del quale il Giudice ha convalidato l’arresto ed ha fissato, su richiesta del difensore, una nuova udienza, disponendo nei confronti dell’imputato l’obbligo quotidiano di presentazione alla polizia giudiziaria.
Nella giornata di ieri i Finanzieri di Ravenna, nel corso della quotidiana attività di contrasto ai traffici illeciti e di controllo economico del territorio, avvalendosi di uno dei cani antidroga in servizio a Ravenna, hanno tratto in arresto presso la stazione un giovane marocchino trovato in possesso di più di 30 grammi di cocaina.

Il soggetto è stato “annusato” da Bacol, splendido esemplare di labrador antidroga delle Fiamme Gialle, che subito dopo essersi avvicinato alla persona, ha segnalato al proprio conduttore la presenza di sostanza stupefacente. 

I Finanzieri hanno così perquisito l’individuo che è effettivamente risultato detenere, occultate tra i gli indumenti, 22 dosi di cocaina già confezionata e pronta per essere immessa sul mercato dello spaccio.

Il giovane marocchino, incensurato ed in possesso di regolare permesso di soggiorno, è stato immediatamente arrestato dalla Guardia di Finanza e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Nella mattinata odierna il soggetto è stato sottoposto a giudizio per direttissima, a seguito del quale il Giudice ha convalidato l’arresto ed ha fissato, su richiesta del difensore, una nuova udienza, disponendo nei confronti dell’imputato l’obbligo quotidiano di presentazione alla polizia giudiziaria.