Ravenna

Salvata in mare, trascinata al largo in balia del vento

La donna, una polacca 24enne, era aggrappata a un materassino a mezzo miglio dalla costa

Salvata in mare, trascinata al largo in balia del vento
| Altro
N. Commenti 0

12/settembre/2017 - h. 19.02

Intervento di salvataggio questa mattina alle 10,35 da parte della Capitaneria di Porto di Ravenna che aveva ricevuto una richiesta al Numero Blu 1530, quello dedicato alle emergenze in mare, nella quale si riferiva della presenza di una bagnante su di un materassino gonfiabile in grave difficoltà a cause della forte corrente che spingeva verso il largo era stata trascinata già a circa mezzo miglio antistante il Lido di Dante.
Dalla capitaneria veniva prontamente dirottata in zona la motovedetta CP SAR 328, già in mare per attività di pattugliamento, ed il battello veloce GC B29, impegnato in analoga attività già molto vicino alla zona. La donna in difficoltà, una 24enne polacca, ormai stremata ed in forte stato di panico, veniva prontamente recuperata a bordo del battello per poi essere trasbordata sulla motovedetta e trasportata in porto a Marina di Ravenna.
La giovane, che pur spaventata era in buone condizioni di salute, non necessitava di alcuna assistenza medica e affidata al suo fidanzato, anch'esso polacco, che l'attendeva in banchina.
La Capitaneria ricorda a bagnanti di mantenere sempre alto il livello diattenzione in mare, riguardo all'utilizzo di materassi o di altri gonfiabili, particolarmente suscettibili agli effetti del vento che, soecie in questo periodo di fine estate, viste le condizioni meteoclimatiche in generale, può essere sottovalutato e rendersi pericoloso per repentini peggioramenti.
Intervento di salvataggio questa mattina alle 10,35 da parte della Capitaneria di Porto di Ravenna che aveva ricevuto una richiesta al Numero Blu 1530, quello dedicato alle emergenze in mare, nella quale si riferiva della presenza di una bagnante su di un materassino gonfiabile in grave difficoltà a cause della forte corrente che spingeva verso il largo era stata trascinata già a circa mezzo miglio antistante il Lido di Dante.

Dalla Capitaneria veniva prontamente dirottata in zona la motovedetta CP SAR 328, già in mare per attività di pattugliamento, ed il battello veloce GC B29, impegnato in analoga attività già molto vicino alla zona. La donna in difficoltà, una 24enne polacca, ormai stremata ed in forte stato di panico, veniva prontamente recuperata a bordo del battello per poi essere trasbordata sulla motovedetta e trasportata in porto a Marina di Ravenna.

La giovane, che pur spaventata era in buone condizioni di salute, non necessitava di alcuna assistenza medica e affidata al suo fidanzato, anch'esso polacco, che l'attendeva in banchina.

La Capitaneria ricorda a bagnanti di mantenere sempre alto il livello diattenzione in mare, riguardo all'utilizzo di materassi o di altri gonfiabili, particolarmente suscettibili agli effetti del vento che, soecie in questo periodo di fine estate, viste le condizioni meteoclimatiche in generale, può essere sottovalutato e rendersi pericoloso per repentini peggioramenti.