Ravenna

Straniero crea scompiglio in un bar, denunciato

Nigeriano 40enne esagitato offende la titolare e disturba gli avventori. Interviene la Polizia

Straniero crea scompiglio in un bar, denunciato
| Altro
N. Commenti 0

02/ottobre/2017 - h. 11.52

Nella serata di ieri la titolare di un bar di piazza Farini segnalava al Numero Unico di Emergenza della Polizia che all’interno dell’esercizio era presente un uomo straniero che, dopo averla ripetutamente offesa, stava creava disturbo agli altri avventori.
Gli Agenti giunti sul posto constatavano che a nulla valevano i tentativi esperiti per ricondurre lo straniero alla calma e considerato che lo stesso si rifiutava di fornire indicazioni sulla propria identità e tantomeno di esibire un documento valido per la sua identificazione, si vedevano costretti a condurlo in Questura per gli adempimenti del caso.
Grazie al foto segnalamento dattiloscopico ed al confronto delle impronte digitali dell’uomo attraverso il sistema A.F.I.S., i poliziotti pervenivano alle sue esatte generalità, O.K. cittadino nigeriano 40enne e residente a Ravenna,  accertando, inoltre, che lo stesso non era nuovo ad episodi dello stesso genere in quanto in passato aveva riportato condanne per lo stesso reato. 
Il nigeriano, che è poi risultato in regola con le norme sul soggiorno degli stranieri in Italia, è stato quindi nuovamente denunciato per essersi rifiutato di fornire indicazioni sulla propria identità personale.
Nella serata di ieri la titolare di un bar di piazza Farini segnalava al Numero Unico di Emergenza della Polizia che all’interno dell’esercizio era presente un uomo straniero che, dopo averla ripetutamente offesa, stava creava disturbo agli altri avventori.

Gli Agenti giunti sul posto constatavano che a nulla valevano i tentativi esperiti per ricondurre lo straniero alla calma e considerato che lo stesso si rifiutava di fornire indicazioni sulla propria identità e tantomeno di esibire un documento valido per la sua identificazione, si vedevano costretti a condurlo in Questura per gli adempimenti del caso.

Grazie al foto segnalamento dattiloscopico ed al confronto delle impronte digitali dell’uomo attraverso il sistema A.F.I.S., i poliziotti pervenivano alle sue esatte generalità, O.K. cittadino nigeriano 40enne e residente a Ravenna,  accertando, inoltre, che lo stesso non era nuovo ad episodi dello stesso genere in quanto in passato aveva riportato condanne per lo stesso reato. Il nigeriano, che è poi risultato in regola con le norme sul soggiorno degli stranieri in Italia, è stato quindi nuovamente denunciato per essersi rifiutato di fornire indicazioni sulla propria identità personale.