Basket

ORaSì bestia nera per la Fortitudo: terza vittoria su tre in stagione

Impresa dei ravennati davanti al pubblico amico. Gran recupero e trionfo ai supplementari

ORaSì bestia nera per la Fortitudo: terza vittoria su tre in stagione
| Altro
N. Commenti 0

11/marzo/2018 - h. 20.41

ORASI’-FORTITUDO 83-77 dts (12-16, 41-36, 54-62, 71-71)
ORASI’ RAVENNA: Giachetti 10, Rice 27, Sgorbati 3, Masciadri 7, Grant 21, Chiumenti 10, Montano 4, Raschi 1, Esposito, Vitale. All. Martino.
FORTITUDO BOLOGNA: Amici 19, Cinciarini 6, Rosselli 3, Italiano 9, Pini 4, Chillo 16, Mancinelli 8, Fultz, McCamey 11. All. Boniciolli.
Note. Spettatori 3200 di cui 700 tifosi ospiti. OraSì: tiri da due 22/42, da tre 7/24, liberi 18/28, rimbalzi 49. Fortitudo: tiri da due 17/44, da tre 10/23, liberi 13/18, rimbalzi 37.
L’OraSì continua ad andare di traverso alla Fortitudo: terza vittoria su tre in stagione per la squadra di coach Martino, capace di rimontare nell’ultimo quarto una situazione che pareva compromessa. Alla fine la soluzione è arrivata dopo un supplementare (83-77), con Jerai Grant che è stato il protagonista assoluto del match, dominando in lungo e in largo le plance risultando decisivo in particolare nell’ultimo quarto. Il tutto in un clima di grande festa al Pala De Andrè, che presenta un fantastico colpo d’occhio e si scalda subito con l’inno di Mameli eseguito dalla Orchestra dei Giovani.
Fortitudo senza l’acciaccato Gandini e sempre in attesa di tesserare un nuovo straniero, nell’OraSì Chiumenti stringe i denti ed è regolarmente della partita. Avvio vibrante ed equilibrato (9-9 al 6’), con un quintetto inedito per la Fortitudo senza un play di ruolo, con Amici e Rosselli che si spartiscono il compito. Bologna scappa con Amici e la tripla di Mancinelli, appena entrato (9-14), Ravenna ricuce in parte al primo intervallo e alla ripresa, sempre con Grant, che segna praticamente tutti e 7 i punti dei suoi sul 17-21. Dall’altra parte risponde il McCamey che non ti aspetti ma le triple di Masciadri e Giachetti ricuciono sul 25-26 al 15’. Prova a ripartire la Fortitudo ma Rice non ci sta con un’azione da tre punti, Chiumenti lo imita per il sorpasso dell’OraSì (35-33), poi massimo vantaggio con Giachetti prima e Sgorbati poi dalla lunetta (39-33) a completare un break di 14-2 interrotto dalla tripla di Amici.
Si riparte con Chillo e le triple di Amici per il controsorpasso sul 45-48. Ravenna adesso fatica a trovare il canestro, Mancinelli e la schiacciata di Chillo completano un break di 4-18 che prova a spaccare il match (45-54). Rice da tre prova a rimetterla subito in piedi per l’OraSì, Amici però insiste e il terzo quarto si chiude sul 13-26. Ultima frazione con l’OraSì che si riporta sotto (60-62) , poi Chiumenti da sotto due volte per il sorpasso (64-63), ribaltato dalla lunetta da Chillo e Cinciarini (64-66) . Soluzioni azzardate da entrambe le parti nel concitato finale, Chillo da sotto allunga per i suoi (64-68) ma Grant va a segno e Rice sbaglia i due liberi del pareggio, la tripla di Masciadri entra ed esce, di là Chillo da sotto. Tripla di Rice per riaprire ancora e Grant pareggia a 9 secondi dalla fine (71-71) e Cinciarini sbaglia all’ultimo secondo mandando tutti al supplementare. Ravenna avanti con Rice, Chillo con gioco da tre e bomba di Rice che lancia un’OraSì che con Grant domina i tabelloni (78-74) e spezza il tentativo di rimonta. Finisce con il trionfo dell’OraSì, che si rilancia ulteriormente in chiave-playoff con un successo fondamentale, mentre la Fortitudo è agganciata in vetta da Trieste, che vince non senza soffrire a Roseto.

ORASI’-FORTITUDO 83-77 dts 

(12-16, 41-36, 54-62, 71-71)

ORASI’ RAVENNA: Giachetti 10, Rice 27, Sgorbati 3, Masciadri 7, Grant 21, Chiumenti 10, Montano 4, Raschi 1, Esposito, Vitale. All. Martino.

FORTITUDO BOLOGNA: Amici 19, Cinciarini 6, Rosselli 3, Italiano 9, Pini 4, Chillo 16, Mancinelli 8, Fultz, McCamey 11. All. Boniciolli.

Note. Spettatori 3200 di cui 700 tifosi ospiti. OraSì: tiri da due 22/42, da tre 7/24, liberi 18/28, rimbalzi 49. Fortitudo: tiri da due 17/44, da tre 10/23, liberi 13/18, rimbalzi 37.

 

RAVENNA L’OraSì continua ad andare di traverso alla Fortitudo: terza vittoria su tre in stagione per la squadra di coach Martino, capace di rimontare nell’ultimo quarto una situazione che pareva compromessa. Alla fine la soluzione è arrivata dopo un supplementare (83-77), con Jerai Grant che è stato il protagonista assoluto del match, dominando in lungo e in largo le plance risultando decisivo in particolare nell’ultimo quarto. Il tutto in un clima di grande festa al Pala De Andrè, che presenta un fantastico colpo d’occhio e si scalda subito con l’inno di Mameli eseguito dalla Orchestra dei Giovani.Fortitudo senza l’acciaccato Gandini e sempre in attesa di tesserare un nuovo straniero, nell’OraSì Chiumenti stringe i denti ed è regolarmente della partita. 

 

Avvio vibrante ed equilibrato (9-9 al 6’), con un quintetto inedito per la Fortitudo senza un play di ruolo, con Amici e Rosselli che si spartiscono il compito. Bologna scappa con Amici e la tripla di Mancinelli, appena entrato (9-14), Ravenna ricuce in parte al primo intervallo e alla ripresa, sempre con Grant, che segna praticamente tutti e 7 i punti dei suoi sul 17-21. Dall’altra parte risponde il McCamey che non ti aspetti ma le triple di Masciadri e Giachetti ricuciono sul 25-26 al 15’. Prova a ripartire la Fortitudo ma Rice non ci sta con un’azione da tre punti, Chiumenti lo imita per il sorpasso dell’OraSì (35-33), poi massimo vantaggio con Giachetti prima e Sgorbati poi dalla lunetta (39-33) a completare un break di 14-2 interrotto dalla tripla di Amici.

 

Si riparte con Chillo e le triple di Amici per il controsorpasso sul 45-48. Ravenna adesso fatica a trovare il canestro, Mancinelli e la schiacciata di Chillo completano un break di 4-18 che prova a spaccare il match (45-54). Rice da tre prova a rimetterla subito in piedi per l’OraSì, Amici però insiste e il terzo quarto si chiude sul 13-26. Ultima frazione con l’OraSì che si riporta sotto (60-62) , poi Chiumenti da sotto due volte per il sorpasso (64-63), ribaltato dalla lunetta da Chillo e Cinciarini (64-66) . 

 

Soluzioni azzardate da entrambe le parti nel concitato finale, Chillo da sotto allunga per i suoi (64-68) ma Grant va a segno e Rice sbaglia i due liberi del pareggio, la tripla di Masciadri entra ed esce, di là Chillo da sotto. Tripla di Rice per riaprire ancora e Grant pareggia a 9 secondi dalla fine (71-71) e Cinciarini sbaglia all’ultimo secondo mandando tutti al supplementare. Ravenna avanti con Rice, Chillo con gioco da tre e bomba di Rice che lancia un’OraSì che con Grant domina i tabelloni (78-74) e spezza il tentativo di rimonta. Finisce con il trionfo dell’OraSì, che si rilancia ulteriormente in chiave-playoff con un successo fondamentale, mentre la Fortitudo è agganciata in vetta da Trieste, che vince non senza soffrire a Roseto.