A una carota l'oscar di decorazione

Silvia Naddeo si aggiudica il primo premio Nazionale delle Arti

A una carota l'oscar di decorazione
| Altro
N. Commenti 0

22/giugno/2010 - h. 10.45

RAVENNA - Silvia Naddeo, allieva dell’Accademia di Belle arti di Ravenna, con l’opera musiva Eat Meet (2009), si è aggiudicata il primo premio Nazionale delle Arti per la decorazione. La stessa opera - una gigantesca carota fatta di coloratissimi smalti e murrine, realizzata col workshop di ricerca musiva condotto da Dusciana Bravura - era stata presentata alla nostra città nell’autunno scorso nell’ambito del Festival RavennaMosaico.

Il Premio nazionale delle arti, che si è svolta a Napoli la settimana scorsa, è la grande vetrina per i giovani talenti del futuro selezionati dalle Accademie di Belle Arti italiane. Una mostra e una festa con gli artisti del futuro che ha visto la partecipazione di 26 Accademie e 250 giovani creativi selezionati tra i quasi seicento partecipanti. Con Silvia Naddeo, giovane artista nata a Roma e allieva del Biennio Specialistico di Mosaico, viene premiato il nuovo mosaico dell’Accademia di Belle Arti di Ravenna e la sua eccellenza, la capacità di sperimentare e innovare.

La commissione del premio, presieduta da Anna Mattirolo, direttore del MAXXI Arte di Roma (il museo dell’arte contemporanea, appena inaugurato) e composta da critici e artisti (come Marco Tirelli, Sergio Fermariello, Laura Cherubini), ha assegnato i premi per le varie discipline. L’Accademia di Belle Arti di Ravenna, l’unica che propone il mosaico come linguaggio contemporaneo, ha partecipato con quattro giovani artisti provenienti dai corsi di mosaico e di pittura: sono Melisa Soledad Fassora, Roberta Grasso, Silvia Naddeo ed Elena Saraceni.