ravenna

Quasi 3mila visitatori per la Fèsta di E

La cooperativa conta i numeri del primo grande evento che si è concluso ieri

Quasi 3mila visitatori per la Fèsta di E
| Altro
N. Commenti 0

14/maggio/2012 - h. 20.05

RAVENNA  - Oltre 2.800 presenze per 56 eventi tra incontri, seminari, laboratori, mostre e spettacoli; poi 1.300 visitatori online e 11mila accessi, più di 40 persone direttamente coninvolte tra stagisti e volontari. Sono questi i numeri di Fèsta, la cinque giorni organizzata dalla Cooperativa E (composta dalle compagnie Fanny & Alexander, ErosAntEros, Fanny & Alexander, Gruppo Nanou e Menoventi, in collaborazione con la compagnia Orthographe) conclusasi domenica. Dati alla mano, l'episodio di venerdì sera alla Darsena, dove per la mancanza di un permesso i vigili hanno fatto spegnere la musica per il "Dopo Fèsta", rimane solo un piccolo neo. Ben più importante per gli organizzatori è la "fitta rete di cooperazioni, l'entusiastica risposta della città, e soprattutto il contributo poetico degli artisti che si sono susseguiti nella programmazione".

Repliche straordinarie e “tutto esaurito”. Gli spazi della città che sono stati coinvolti hanno rilevato da subito una grandissima affluenza di pubblico, compresi gli spazi non specificamente teatrali, dichiarnado in più occasioni il “tutto esaurito”, spingendo così lo staff a organizzare più repliche speciali durante la giornata e a pianificare aperture straordinarie delle installazioni. Anche il laboratorio promosso e organizzato in collaborazione con Studio Muni ha avuto immediatamente una fortissima risposta di partecipazione. Questi dati ci danno la misura di un pubblico desideroso di arte e di cultura, di una comunità pronta ad accogliere le proposte di una città in continua evoluzione.

La Darsena di città. La riflessione sull'identità degli spazi cittadini, in particolare della Darsena di città, è stata al centro di tutta la manifestazione. Sono state naturalmente coinvolte le associazioni cittadine che stanno da lungo tempo lavorando sul processo partecipativo al Piano Operativo Comunale sulla Darsena di città, e in più circostanze hanno avuto l'occasione di confrontarsi in prima persona con artisti, architetti (il Collettivo L'Escaut appositamente chiamato dal Belgio per tenere un seminario sull'argomento), dialogando con loro pubblicamente sulla futura idea di una città e del suo cuore pulsante: la Darsena. Ed è con gioia ed estrema soddisfazione che tutte le sere abbiamo assistito al riversarsi di una folla di persone sulle banchine del Candiano. L'immagine vivente di quel luogo dell'incanto è quella di una città in cammino verso l'idea progressiva e futura di Capitale europea che sta nascendo.La