Romagna

Vento e maltempo: disagi in tutta la Romagna. Preoccupazione per le spiagge

Forze dell'ordine al lavoro per liberare le strade dagli alberi e dai rami caduti. Fiumi osservati speciali

Vento e maltempo: disagi in tutta la Romagna. Preoccupazione per le spiagge

Foto Orlando Poni

| Altro
N. Commenti 0

11/novembre/2013 - h. 15.26

ROMAGNA - Vento e pioggia non stanno dando tregua da questa notte alla Romagna. Da Imola a Rimini, i vigili del fuoco stanno infatti intervendo per liberare le strade da alberi e rami, caduti a causa del forte vento.

QUI RIMINI. L’ondata di maltempo che si è abbattuta sul territorio della Provincia di Rimini fin da domenica sera, con forte vento di bora e abbondanti e persistenti piogge sta provocando seri problemi per il deflusso delle acque. In tutto il territorio ci sono situazioni generalizzate di allagamento delle strade, mentre i fiumi (Marecchia, Ventena, Marano, conca e uso) hanno raggiunto il livello di guardia e il rischio esondazione non può essere sottovalutato.
Nel comune di Rimini sono una cinquantina le situazioni critiche. Dalle quattro di stanotte, infatti, le prime chiamate ai centralini di pronto intervento, soprattutto per la caduta di alberi sia sulle strade, su cui in questo momento è concentrata prioritariamente l’azione delle squadre all’opera per il ripristino della sicurezza e della viabilità, che in luoghi privati. Nella inviata da un nostro lettore, si può notare un albero caduto lungo la strada nei pressi di Marebello alle prime luci di questa mattina.
Diversi anche gli interventi dei carabinieri per allagamenti di di cantine e garage e alberi abbattuti finiti in strada. In particolare alle 2.15 in via Orsoleto una donna è finita fuori strada con l'auto per evitare la collisione con un alberto, abbattuto dal vento e riverso sulla carreggiata. La conducente, leggermente ferita, è stata medicata al pronto soccorso di Rimini.
Sono arrivate circa 390 chiamate di soccorso anche al 113 da parte di diversi cittadini bisognosi soprattutto a causa di allagamenti (cantine e garage) e cedimenti di coperture varie, nonché di segnalazioni di situazioni di pericolo a causa della caduta di alberi e segnali stradali sul manto stradale, lo spegnimento di semafori lungo la consolare per San Marino e tratti di spiaggia completamenti allagati. Le pattuglie di volante e della Squadra Nautica hanno prestato soccorso a 4 famiglie in difficoltà a causa dell’allagamento di alcune porzioni delle loro abitazioni. (Gallery)

Allo stato attuale, è fondamentale che la popolazione limiti allo stretto indispensabile gli spostamenti, proprio perché gli allagamenti in corso potrebbero costituire situazioni di pericolo, e presti inoltre la massima attenzione anche alla situazione di garage e scantinati. Le squadre della protezione Civile e le polizie comunali e provinciale sono impegnate fin da questa notte con interventi finalizzati principalmente a ripristinare la viabilità e la sicurezza delle strade. 
Attualmente e soprattutto sono impegnate a rendere la circolazione stessa il più possibile sicura, anche chiudendo al traffico quei punti che risultano non transitabili. A tal proposito l'amministrazione comunale fa sapere che a scopo precauzionale, dalle 20 alle 7 di domani, il ponte di via Coletti sarà chiuso alla circolazione.

QUI CESENA.
Nel cesenate le situazioni più critiche sono state segnalate a Cesenatico e a Savignano sul Rubicone, con strade allagate e rami caduti a causa delle forti raffiche di vento. Il sindaco di Cesena Paolo Lucchi, attraverso Facebook, fa sapere: "al momento la circolazione sulla nostra rete urbana ci risulta intensa ma regolare. Dobbiamo comunque considerare che le precipitazioni, associate all’elevato numero di veicoli in transito, potrebbero causare qualche disagio. Il personale preposto è al lavoro per il controllo costante della situazione, che comunque volgerà al meglio entro la mattinata di domani".
"La Protezione Civile - ha riferito ancora Lucchi - ci ha segnalato l’attivazione della fase di preallarme per l’innalzamento dei livelli del fiume Savio che, a causa delle abbondanti precipitazioni, ha superato la soglia di attenzione. In particolare, nella sezione di San Carlo, il livello idrometrico del fiume ha raggiunto la quota di 4,14 metri. La situazione è sotto controllo e non sono previste particolari criticità. E’ comunque bene fare attenzione e segnalare, anche su questa pagina, eventuali problematiche. (le foto da Cesenatico)

QUI FORLI'. Nel forlivese invece i vigil idel fuoco sono al lavoro soprattutto nella Valle del Bidente. Cusercoli è la città maggiormente colpita dal maltempo, con cantine e piani terra delle case allagate. Sotto controllo è tenuto anche il fiume Bidente.

QUI RAVENNA
Situazione aggiornata alle 15.30: non si registrano fenomeni di ingressione marina negli abitati dei lidi; tuttavia appare difficile prevedere gli effetti a breve a causa del progressivo disgregarsi della duna artificiale nel tratto di mare che va da lido di Savio fino a Punta Marina in relazione al possibile accentuarsi dei fenomeni meteorologici su cui c’è allerta fino a domani pomeriggio.  A Lido di Dante l’acqua è arrivata a ridosso degli stabilimenti balneari mentre a lido di Savio sta erodendo i cordoni sabbiosi lungo la spiaggia.

Per quanto riguarda i fiumi, di cui si sta occupando il servizio tecnico di bacino dei fiumi romagnoli, c’è preallerta per il Savio da parte della protezione civile regionale.
Il vento forte, registrato a 50 nodi al largo, ha causato la rottura di rami di alberi, pini in prevalenza. A Lido di Classe questa mattina è stata temporaneamente interrotta via Pigafetta dalla Polizia municipale  per consentire la rimozione di un pino pericolante. Una squadra di Azimut da stamani sta perlustrando il territorio allo scopo di rimuovere rami rotti di ostacolo alla viabilità. A Marina di Ravenna la squadra è intervenuta per un’acacia che si è rovesciata senza provocare danni.

La Polizia municipale ha ricevuto 11 segnalazioni per rami rotti sulle strade, per 3 pali dell’illuminazione e 4 cartelli stradali pericolanti, attivandosi per le opportune verifiche e i contatti gli enti competenti per la soluzione dei problemi.  Nelle strade dei lidi dove sono presenti pini lungo viali e strade  causa del forte vento è caduta al suolo una grande quantità di aghi ostruendo caditorie e bocche di lupo. Sono allo studio in queste ore le azioni azioni per risolvere il problema nel più breve tempo possibile.