Riccione

Rissa a colpi di chiave inglese

La “security” del Cocoricò aggredita da un gruppetto di ragazzi. Un 22enne idraulico albanese ferisce al capo un bodyguard: denunciato

Rissa a colpi di chiave inglese
| Altro
N. Commenti 0

07/aprile/2014 - h. 08.33

RICCIONE - Le 4 di ieri mattina, arriva la chiamata al 112 dei carabinieri dal personale addetto alla sicurezza del Cocoricò. Motivo: una lite in atto tra due ragazzi ed alcuni loro colleghi della sicurezza che cercavano di separarli. Le gazzelle del Radiomobile arrivavano subito. Nei weekend sono sempre pronte ad intervenire specie nella zona delle discoteche. La lite, degenerata in rissa, aveva avuto effetti dirompenti. Uno dei due ragazzi, arrabbiato per essere stato allontanato dal locale, colpiva più volte alla testa uno dei buttafuori con una chiave inglese. Seppur ferito il bodyguard riusciva lo stesso ad immobilizzarlo e consegnarlo ai carabinieri che portavano in caserma il ragazzo fermato mentre il ferito veniva medicato al pronto soccorso dell’ospedale di Riccione: pochi giorni di prognosi e dimissioni immediate. Che cosa era accaduto alla fine veniva fuori a tinte nitide. Un ragazzo ed una ragazza avevano iniziato a litigare nel parcheggio della discoteca e nel momento in cui dalle parole si era passato alla violenza fisica, il personale della sicurezza era intervenuto per separarli. A quel punto, in soccorso del ragazzo, arrivavano alcuni suoi amici che, indispettiti dall’intervento dei buttafuori, li aggredivano verbalmente prima e con calci e pugni poi mentre uno di loro prendeva una chiave inglese da un’auto in sosta nel parcheggio per unirsi anch’egli al gruppo degli aggressori. Ne nasceva un parapiglia che terminava con una fuga disordinata all’arrivo dei carabinieri. Il ragazzo fermato, un idraulico albanese di 22 anni, C.P., veniva denunciato a piede libero per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere e per lesioni nei confronti del personale addetto alla sicurezza del locale.