Romagna

Allerta meteo per le prossime 35 ore

Preoccupano le condizioni dei fiumi Lamone, Savio e Marecchia. Arriva la piena del Po

Allerta meteo per le prossime 35 ore
| Altro
N. Commenti 0

03/dicembre/2014 - h. 19.39

ROMAGNA - La Protezione civile regionale lancia una nuova allerta per maltempo in Romagna. Per 34 ore, dalle 15 di oggi all'una di venerdì 5 dicembre, è infatti attiva la fase di attenzione di livello 1 nelle zone alta dei fiumi Lamone e Savio, nella pianura di Forlì e Ravenna e nell'area del fiume Reno. Sono previste piogge deboli con possibilità di rovesci di modesta intensità che potrebbero innalzare il livello dei corsi d'acqua interessati e provocare criticità idrogeologiche e idrauliche. La Protezione civile raccomanda ai cittadini di mantenersi informati sulle condizioni climatiche.

Con la pioggia l'allarme della Protezione civile regionale si allarga alla piena del fiume Marecchia nella provincia Rimini. Infatti a causa delle precipitazioni che hanno interessato il suo bacino dal pomeriggio di oggi, e previste anche per i prossimi giorni, con conseguente superamento del livello 2, si attiva la fase di preallarme per i Comuni di Rimini, Casteldelci, Maiolo, Novafeltria, Pennabilli, Poggio Torriana, San Leo, Sant'Agata Feltria, Santarcangelo, Talamello e Verucchio.

FIUME PO - Il previsto innalzamento dei livelli del Po "potrebbe determinare l'allagamento delle aree golenali aperte ed anche aree golenali chiuse, ove vi siano brecce nelle arginature in relazione alla precedente piena, con possibilita' di interessamento delle attivita', degli insediamenti e delle infrastrutture presenti". L'allerta della Protezione civile riguarda i Comuni del ferrarese: Berra, Bondeno, la stessa Ferrara, Mesola, Ro e Goro. Per loro scatta l'attivazione della fase di preallarme e quindi per chi risiede o svolge attivita' in aree individuate a rischio "si raccomanda di mettere in atto le necessarie preindividuate misure di autoprotezione", specifica la Protezione civile raccomandando di "mantenersi costantemente informati sull'evolversi della situazione, prestando attenzione alle Allerte, alle comunicazioni delle amministrazioni locali e agli avvisi diffusi attraverso strumenti e mezzi di comunicazione".