Rimini

Il Romeo Neri risorgerà sintetico

Opera da 650mila euro per rimuovere il manto erboso datato 1961 e posare quello nuovo. L'assessore: "Lo si potrà usare tutti i giorni"

Il Romeo Neri risorgerà sintetico
| Altro
N. Commenti 0

25/marzo/2015 - h. 15.11

RIMINI - Dalla prossima stagione lo stadio Romeo Neri avrà un nuovo terreno di gioco in materiale sintetico: la Giunta Gnassi ha approvato ieri il progetto esecutivo per la realizzazione del nuovo manto in erba sintetica per l’impianto comunale. “L’obiettivo obbligato - spiega l’assessore ai Lavori pubblici Roberto Biagini - è quello di avviare e completare l’intervento entro l’estate, in modo da non interferire con l’avvio della stagione sportiva".

"Con la realizzazione del nuovo manto - spiega Biagini - daremo finalmente la possibilità alla prima società di calcio della città di avere un impianto utilizzabile tutti i giorni della settimana, sia per la prima squadra sia per le squadre giovanili. Attualmente infatti le pessime condizioni del terreno di gioco permettono solo un utilizzo ridotto al minimo, per evitare che il fondo si deteriori rapidamente”.

L’intervento - dal costo complessivo di 650mila euro - prevede la sostituzione dell’attuale manto in erba naturale (la cui posa originaria è datata 1961) con manto sportivo in erba sintetica omologato Lnd Professional e l'adeguamento delle opere correlate necessarie al buon funzionamento e alla sicurezza dell'impianto. Saranno eseguiti infatti dei drenaggi profondi trasversali al campo di gioco, sarà creato un collettore fognario drenante e sarà realizzato un impianto di irrigazione, per poi procedere con la posa vera e propria del manto sintetico, che sarà omologato per lo svolgimento di gare della lega professionistica.

"La realizzazione del nuovo manto ci consentirà anche di risparmiare sui costi di manutenzione del campo - sottolinea Biagini - attualmente altissimi (pari a circa 80mila euro all’anno)”. “Questo intervento, assieme alla contestuale riqualificazione della pista di atletica, farà sì quindi che il Romeo Neri torni ad essere un punto di riferimento dello sport cittadino - conclude l'assessore - e va ad ampliare la serie di azioni messe in campo per colmare il gap storico che accusiamo in termini di impiantistica sportiva. Al campo sintetico e al rifacimento della pista d’atletica (intervento da 400mila euro), s’affiancano investimenti come il nuovo polo per il nuoto Acqua Arena, la casa del basket alla palestra Carim, la riqualificazione dei campi di calcio per 700 mila euro e tanti piccoli e medi interventi su strutture per discipline indoor e outdoor su tutto il territorio comunale”.