Riccione

Un grosso incendio ha devastato l'impianto di stoccaggio rifiuti di Raibano

Le fiamme sono divampate alle 3. Cinque autobotti dei Vigili del fuoco hanno lavorato tutta notte

Un grosso incendio ha devastato l'impianto di stoccaggio rifiuti di Raibano

Foto di repertorio

| Altro
N. Commenti 0

04/settembre/2016 - h. 12.20

Cinque autobotti, tre da Rimini, una da Cattolica e una da Pesaro, hanno lavorato tutta la notte per domare l'incendio  sprionatosi questa notte verso le 3 all'interno dell'impianto di stoccaggio rifiuti di Raibano, a Riccione. 
Ancora questa mattina autobotti dei Vigli del Fuoco sono presenti sul posto per tenere sotto controllo la situazione, ad eveitare che focolai possano riprendere vita. Il tremendo incendio ha devastato la porzione di circa 400 metri quadrati della struttura grande circa 2000 metri.
Le cause del rogo che hanno gravemente danneggiato la copertura del sito che è parzialmente crollata sono ancora da accertare. Nell'impianto di stoccaggio, di prorpietà di Hera, sono intervenuti anche i tecnici di Arpae per controllare che nell'aria non siano state liberate sostanze nocive con conseguenti danni ambientali, ma al momento non si segnalano problematiche di questo tipo.
Cinque autobotti, tre da Rimini, una da Cattolica e una da Pesaro, hanno lavorato tutta la notte per domare l'incendio  sprionatosi questa notte verso le 3 all'interno dell'impianto di stoccaggio rifiuti di Raibano, a Riccione. 

Ancora questa mattina autobotti dei Vigli del Fuoco sono presenti sul posto per tenere sotto controllo la situazione, ad eveitare che focolai possano riprendere vita. Il tremendo incendio ha devastato la porzione di circa 400 metri quadrati della struttura grande circa 2000 metri.

Le cause del rogo che hanno gravemente danneggiato la copertura del sito che è parzialmente crollata sono ancora da accertare. Nell'impianto di stoccaggio, di prorpietà di Hera, sono intervenuti anche i tecnici di Arpae per controllare che nell'aria non siano state liberate sostanze nocive con conseguenti danni ambientali, ma al momento non si segnalano problematiche di questo tipo.