Rimini

Frontale contro un tir, muore 19enne

Il sammarinese Fabio Bollini tornava a casa dopo una serata trascorsa dalla fidanzata a Ravenna

Frontale contro un tir, muore 19enne

Fabio Bollini

| Altro
N. Commenti 0

27/settembre/2016 - h. 11.32

 

Un ammasso di lamiere, un cartoccio, così era ridotto il fuoristrada Suzuki Vitara, con il giovane 19enne, Fabio Bollini di San Marino, imprigionato lì in quel groviglio mortale. Era verso l'1.30 di questa notte, sulla statale adriatica all'altezza di Torre Pedrera, quando il ragazzo che procedeva in direzione Rimini ha invaso la corsia opposta finendo sulla quale sopraggiungeva un tir con rimorchio. Centrato in pieno. Il fuoristrada è andato completamente distrutto e lui morto sul colpo.
Sull'esatta dinamoca dell'incidente, forse un colpo di sonno, indagano i carabinieri intervenuti sul posto insieme al 118 e ai Vigili del Fuoco che hanno provveduto a estrarre dalle lamiere il corpo senza del giovane sammrinese.
Era un percorso che faceva spesso a qualsiasi ora del giorno e della notte da quando stava insieme alla sua ragazza di Ravenna. Ieri notte, purtroppo, il destino lo attendeva poco prima di salire verso il Titano dove abitava. Incidente mortale sulla Statale 16 ‘Adriatica’ all’altezza di Torre Pedrera, esattamente poco dopo la rotonda della Tolemaide verso nord tra il distributore di benzina e un noto ristorante.
Nello scontro tra un’auto e un Tir con rimorchio - avvenuto intorno all’1.30 - ha perso la vita il conducente della macchina, un ragazzo di 19 anni. Nell’impatto, tra il mezzo condotto dal giovane e l’autoarticolato, l’auto è andata completamente distrutta andandosi a conficcare sotto il mezzo dopo il micidiale impatto. 
Un frontale costato la vita a Fabio Bollini, 19enne di San Marino: il ragazzo, forse a causa di un colpo di sonno, ha invaso la corsia opposta finendo contro il mezzo pesante. Il conducente del Tir, un italiano che è rimasto sconvolto dall’accaduto, non ha potuto che tentare invano una frenata. L’auto del sammarinese, una Suzuki Vitara si è quasi infilata sotto il camion e per tagliare le lamiere sono intervenuti sul posto i Vigili del Fuoco.
Per i rilievi dell’incidente mortale sono invece intervenuti i Carabinieri di Rimini ai quali spetta ora ricostruire l’esatta dinamica del tragico incidente anche se non sembra ci siano molti dubbi. Il giovane, universitario e appassionato di motori, stava tornando a casa a San Marino dopo essere stato dalla fidanzata a Ravenna. Amava divertirsi con l’Apecar insieme ai suoi amici, era uno sfegatato tifoso di Andrea Dovizioso e delle Ducati. Fabio era figlio unico e aveva frequentato il Centro di Formazione Professionale per specializzarsi
come meccanico per auto.
La notizia della scomparsa del ragazzo si è diffusa fin dalle prime ore del giorno nell’antica Repubblica. tantissimi gli amici che lo ricordano e lo piangono attraverso i diversi social network dove Fabio - come tanti suoi coetanei - amava rifugiarsi nei momenti di relax. Molte le immagini che lo ritraggono con la sua fidanzata. distrutta dal dolore assieme ai familiari.