Rimini

Peggiorano le condizioni di Valentini

Il figlio del noto imprenditore lotta tra la vita e la morte in Rianimazione dopo l'incidente con la Porsche

Peggiorano le condizioni di Valentini
| Altro
N. Commenti 0

06/ottobre/2016 - h. 11.51

 

E’ ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Bufalini di Cesena. Gianluigi Valentini è in condizioni che i medici definiscono molto, molto serie, dopo che nella serata di martedì, intorno alle 19.30, si è schiantato a bordo della sua Porsche Carrera contro un autobus della linea 4 che viaggiava in direzione opposta sul lungomare Toscanelli, a Viserba. Una testimone ieri ha raccontato di aver visto la Porsche di Velentini superare la sua vettura e un furgoncino a velocità elevata prima di sbandare e centrare in
pieno il bus della Start Romagna. 
“Se al posto dell’autobus fosse arrivata un’altra macchina, di sicuro ora staremmo qui a contare i morti. E’ assurdo correre così”, ha sottolineato la donna. 
Ci sarebbe un sorpasso azzardato quindi all’origine dell’incidente, sul quale sta procedendo la polizia municipale. Dopo il violento impatto, Valentini, 48 anni, figlio del noto imprenditore riminese Luigi, azionista di maggioranza della Mercatone Uno, è rimasto incastrato tra le lamiere della sua auto sportiva fino all’arrivo dei vigili del fuoco. Che, una volta estratto dall’abitacolo,
l’hanno consegnato alle cure del personale del 118. Quando è arrivato al Bufalini di Cesena, il 48enne riminese, seppur in condizioni serie, veniva descritto come vigile e cosciente. Ma nella notte tra martedì e mercoledì ecco
l’improvviso peggioramento che costringe Valentini a combattere tra la vita e la morte.
E’ ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Bufalini di Cesena. Gianluigi Valentini è in condizioni che i medici definiscono molto, molto serie, dopo che nella serata di martedì, intorno alle 19.30, si è schiantato a bordo della sua Porsche Carrera contro un autobus della linea 4 che viaggiava in direzione opposta sul lungomare Toscanelli, a Viserba. Una testimone ieri ha raccontato di aver visto la Porsche di Velentini superare la sua vettura e un furgoncino a velocità elevata prima di sbandare e centrare inpieno il bus della Start Romagna. “Se al posto dell’autobus fosse arrivata un’altra macchina, di sicuro ora staremmo qui a contare i morti. E’ assurdo correre così”, ha sottolineato la donna. 

 

Ci sarebbe un sorpasso azzardato quindi all’origine dell’incidente, sul quale sta procedendo la polizia municipale. Dopo il violento impatto, Valentini, 48 anni, figlio del noto imprenditore riminese Luigi, azionista di maggioranza della Mercatone Uno, è rimasto incastrato tra le lamiere della sua auto sportiva fino all’arrivo dei vigili del fuoco. Che, una volta estratto dall’abitacolo,l’hanno consegnato alle cure del personale del 118. Quando è arrivato al Bufalini di Cesena, il 48enne riminese, seppur in condizioni serie, veniva descritto come vigile e cosciente. Ma nella notte tra martedì e mercoledì eccol’improvviso peggioramento che costringe Valentini a combattere tra la vita e la morte.