Torriana

Cocaina e hashish in pizzeria

La Guardia di Finanza denuncia il titolare e uno dei suoi clienti. Decisive le unità cinofile di servizio

Cocaina e hashish in pizzeria

Foto di repertorio

| Altro
N. Commenti 0

07/febbraio/2017 - h. 01.16

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Rimini, a Poggio Torriana, nella giornata di sabato, hanno eseguito un intervento
ispettivo all’interno di una pizzeria. In particolare, teso a verificare se la pizzeria emettesse regolarmente scontrini e ricevute fiscali, rilevavano che l’attività commerciale aveva un magazzino “non dichiarato” nel quale deteneva delle scorte. I finanzieri, però nel corso del controllo hanno rilevato che il locale era malsano e sudicio ma, soprattutto, che all’interno era presente sostanza stupefacente tipo cocaina, due bilancini di precisione e numerose bustine di plastica tagliate, alcune già utilizzate, adatte per il confezionamento della droga. 
I militari operanti, raggiunti sul posto dalle unità cinofile, davano perciò inizio ad una approfondita perquisizione estendendola anche all’abitazione del titolare della pizzeria che, grazie all’ausilio del cane antidroga “Ulla” e del cash dog “Donny”, permetteva di rinvenire e sottoporre a sequestro grammi 7,6 di cocaina all’interno del magazzino non dichiarato della pizzeria, nonché grammi 1,1 di marijuana e 4,5 di hashish all’interno dell’abitazione del titolare del pubblico esercizio. I finanzieri procedevano anche all’identificazione degli avventori che si apprestavano a fare ingresso nel locale. Uno di loro, di origini napoletane, alla vista delle unità cinofile, assumeva un atteggiamento sospetto, dimostrando evidenti segni di nervosismo e, dopo essere stato segnalato dal cane “Ulla”, estraeva dagli slip e consegnava spontaneamente un involucro contenente 5 grammi di cocaina.
Le successive operazioni di perquisizione della macchina dell’avventore
permettevano di rinvenire 2 coltelli a serramanico e 1 coltello da cucina. Dalla perquisizione nell’abitazione spuntavano 2 bilancini di precisione e oltre 300 munizioni non denunciate alle autorità di Pubblica Sicurezza. Il titolare della pizzeria, P.I. di anni 58, residente a Poggio Torriana, è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio della sostanza stupefacente, stessa sorte per l’avventore A.N., di origine napoletana, al quale si contesta anche il porto di oggetti atti ad offendere e detenzione abusiva di munizioni. Per gli aspetti legati alla salubrità ed igiene del luogo pubblico è stato chiesto l’intervento di personale specializzato dell’A.U.S.L. di Rimini che ha intimato il ripristino, nel tempo massimo di 24 ore, dell’idoneità dei luoghi attraverso una serie di prescrizioni che, se non rispettate, determineranno l’irrogazione di sanzioni
nei confronti del responsabile.
I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Rimini, a Poggio Torriana, nella giornata di sabato, hanno eseguito un intervento ispettivo all’interno di una pizzeria. In particolare, teso a verificare se la pizzeria emettesse regolarmente scontrini e ricevute fiscali, rilevavano che l’attività commerciale aveva un magazzino “non dichiarato” nel quale deteneva delle scorte. I finanzieri, però nel corso del controllo hanno rilevato che il locale era malsano e sudicio ma, soprattutto, che all’interno era presente sostanza stupefacente tipo cocaina, due bilancini di precisione e numerose bustine di plastica tagliate, alcune già utilizzate, adatte per il confezionamento della droga. 

I militari operanti, raggiunti sul posto dalle unità cinofile, davano perciò inizio ad una approfondita perquisizione estendendola anche all’abitazione del titolare della pizzeria che, grazie all’ausilio del cane antidroga “Ulla” e del cash dog “Donny”, permetteva di rinvenire e sottoporre a sequestro grammi 7,6 di cocaina all’interno del magazzino non dichiarato della pizzeria, nonché grammi 1,1 di marijuana e 4,5 di hashish all’interno dell’abitazione del titolare del pubblico esercizio. I finanzieri procedevano anche all’identificazione degli avventori che si apprestavano a fare ingresso nel locale. Uno di loro, di origini napoletane, alla vista delle unità cinofile, assumeva un atteggiamento sospetto, dimostrando evidenti segni di nervosismo e, dopo essere stato segnalato dal cane “Ulla”, estraeva dagli slip e consegnava spontaneamente un involucro contenente 5 grammi di cocaina.

Le successive operazioni di perquisizione della macchina dell’avventorepermettevano di rinvenire 2 coltelli a serramanico e 1 coltello da cucina. Dalla perquisizione nell’abitazione spuntavano 2 bilancini di precisione e oltre 300 munizioni non denunciate alle autorità di Pubblica Sicurezza. Il titolare della pizzeria, P.I. di anni 58, residente a Poggio Torriana, è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio della sostanza stupefacente, stessa sorte per l’avventore A.N., di origine napoletana, al quale si contesta anche il porto di oggetti atti ad offendere e detenzione abusiva di munizioni. Per gli aspetti legati alla salubrità ed igiene del luogo pubblico è stato chiesto l’intervento di personale specializzato dell’A.U.S.L. di Rimini che ha intimato il ripristino, nel tempo massimo di 24 ore, dell’idoneità dei luoghi attraverso una serie di prescrizioni che, se non rispettate, determineranno l’irrogazione di sanzioninei confronti del responsabile.