Coriano

A 79 anni se ne è andato il grande Paride Pulcinelli

Fondatore di Radio 3 Coriano, uomo di assoluti valori. I funerali domani alle 15 alla chiesa di S. Maria Assunta

A 79 anni se ne è andato il grande Paride Pulcinelli
| Altro
N. Commenti 0

17/febbraio/2017 - h. 15.02

E' morto nella notte, a 79 anni, l’architetto Paride Pulcinelli, ex dirigente
tecnico del Comune di Coriano e dalla metà degli anni ’90 referente corianese di Forza Italia prima e del Pdl poi. Era nato ad Alatri, in provincia di
Frosinone, il 14 novembre 1937. Laureatosi in architettura, non ancora trentenne venne assunto dal Comune di Coriano dal sindaco Renato Muccioli. Fu dirigente del settore tecnico sino alla pensione alla fine degli anni ’80. Dopo la pensione svolse attività di libero professionista e aderì al progetto politico di Silvio Berlusconi. 
Nelle elezioni del giugno 2004 fu candidato Sindaco del centro-destra (unì tutte le sigle dello schieramento: AN – FI – Lega Nord – Nuovo PSI – PRI –
UDC) ma fu battuto dalla lista di centro-sinistra guidata per il suo primo mandato da Maria Luigina Matricardi. Nuovamente in lista alle elezioni del 6 giugno 2009 (ma capolista di PDL – Lega Nord e UDC fu Aldo Sampaolo) rimase consigliere comunale sino al 2011 quando il Consiglio venne sciolto per le dimissioni del sindaco Matricardi.
Anche in questi ultimi anni è stato il referente corianese di Forza Italia. Collaboratore e dirigente della Pro Loco negli anni ’60 e ’70. Sostenitore fin
dalla nascita della Scuola di pittura nei primi anni ’70 voluta e fondata da Ivo Casadei, e diretta da allora ad oggi da Mario Massolo. Nella seconda metà degli anni ’70 fu uno dei promotori delle prime esperienze delle “radio libere” nel riminese. Fondò Radio 3 Coriano, che trasmetteva da casa sua in via Garibaldi. Persona seria, capace di dialogare e lavorare assieme per il bene
del suo Paese e dei suoi cittadini, Paride sposa Gabriella Grossi, figlia di Elide la levatrice di Coriano. 
Il paese lo accoglie con grande amore che lui ricambiò. Ne parla il suo amico Enrico Santini: “Democristiano, oserei dire Andreottiano, Paride visse gli anni 60 da protagonista, testimone di una ripresa economica che nessuno immaginava. Lo ricordo proprio come fondatore, insieme al fratello Silvio, conosciuto come Enzo, architetto anche lui, di Radio 3 Coriano. Diventa ben presto punto di riferimento del paese fino a quando acquista anche Radio Rimini. Radio 3 diventa la radio libera più seguita e conosciuta della Romagna grazie anche a Francesco Bastida che cura la parte sportiva nel Rimini di Herrera, Bertini, Fagni. Il suo impegno in politica lo fa ben presto
diventare un punto di riferimento del centrodestra ed un grande amico. Oggi ho perso una persona che la quale ho condiviso forse gli anni più belli”.
Paride lascia, come detto, la moglie Gabriella, i due figli Giampaolo (educatore) e Patrizia, la voce della publiphono a Bellaria Igea Marina.
I funerali verranno celebrati domani pomeriggio alle ore 15 partendo dalla Chiesina degli Orfani dove tuttora si trova.“Ha sempre dato al paese che lo ha accolto - conclude Santini - la sua enorme disponibilità ed il suo totale amore. Un amico fraterno che ci mancherà perché era davvero speciale”.
E' morto nella notte, a 79 anni, l’architetto Paride Pulcinelli, ex dirigente tecnico del Comune di Coriano e dalla metà degli anni ’90 referente corianese di Forza Italia prima e del Pdl poi. Era nato ad Alatri, in provincia di Frosinone, il 14 novembre 1937. Laureatosi in architettura, non ancora trentenne venne assunto dal Comune di Coriano dal sindaco Renato Muccioli. Fu dirigente del settore tecnico sino alla pensione alla fine degli anni ’80. Dopo la pensione svolse attività di libero professionista e aderì al progetto politico di Silvio Berlusconi. 

Nelle elezioni del giugno 2004 fu candidato Sindaco del centro-destra (unì tutte le sigle dello schieramento: AN – FI – Lega Nord – Nuovo PSI – PRI –UDC) ma fu battuto dalla lista di centro-sinistra guidata per il suo primo mandato da Maria Luigina Matricardi. Nuovamente in lista alle elezioni del 6 giugno 2009 (ma capolista di PDL – Lega Nord e UDC fu Aldo Sampaolo) rimase consigliere comunale sino al 2011 quando il Consiglio venne sciolto per le dimissioni del sindaco Matricardi.

Anche in questi ultimi anni è stato il referente corianese di Forza Italia. Collaboratore e dirigente della Pro Loco negli anni ’60 e ’70. Sostenitore fin dalla nascita della Scuola di pittura nei primi anni ’70 voluta e fondata da Ivo Casadei, e diretta da allora ad oggi da Mario Massolo. Nella seconda metà degli anni ’70 fu uno dei promotori delle prime esperienze delle “radio libere” nel riminese. Fondò Radio 3 Coriano, che trasmetteva da casa sua in via Garibaldi. Persona seria, capace di dialogare e lavorare assieme per il bene del suo Paese e dei suoi cittadini, Paride sposa Gabriella Grossi, figlia di Elide la levatrice di Coriano. 

Il paese lo accoglie con grande amore che lui ricambiò. Ne parla il suo amico Enrico Santini: “Democristiano, oserei dire Andreottiano, Paride visse gli anni 60 da protagonista, testimone di una ripresa economica che nessuno immaginava. Lo ricordo proprio come fondatore, insieme al fratello Silvio, conosciuto come Enzo, architetto anche lui, di Radio 3 Coriano. Diventa ben presto punto di riferimento del paese fino a quando acquista anche Radio Rimini. Radio 3 diventa la radio libera più seguita e conosciuta della Romagna grazie anche a Francesco Bastida che cura la parte sportiva nel Rimini di Herrera, Bertini, Fagni. Il suo impegno in politica lo fa ben prestodiventare un punto di riferimento del centrodestra ed un grande amico. Oggi ho perso una persona che la quale ho condiviso forse gli anni più belli”.

Paride lascia, come detto, la moglie Gabriella, i due figli Giampaolo (educatore) e Patrizia, la voce della publiphono a Bellaria Igea Marina. I funerali verranno celebrati domani pomeriggio alle ore 15 partendo dalla Chiesina degli Orfani dove tuttora si trova. “Ha sempre dato al paese che lo ha accolto - conclude Santini - la sua enorme disponibilità ed il suo totale amore. Un amico fraterno che ci mancherà perché era davvero speciale”.