Riccione

Rubano un cellulare, arrestati

Una coppia che aveva commesso il furto in un negozio è stata rintracciata alla stazione

Rubano un cellulare, arrestati
| Altro
N. Commenti 0

03/aprile/2017 - h. 16.31

Nella decorsa serata, i militari dell’aliquota radiomobile della Compagnia di Riccione, nel corso di un normale servizio di controllo del territorio hanno tratto in arresto, per rapina e ricettazione, C.G. 47 enne, pregiudicato e la propria convivente C.R. 38 enne, pregiudicata, residenti a Reggio Emilia.
Nella circostanza, i militari, allertati da un negoziante di Riccione che era stato poco prima vittima del furto del proprio cellulare da parte della coppia che, per scappare, gli aveva usato violenza, sono riusciti a rintracciare e fermare gli indagati nei pressi di questa stazione ferroviaria. All’atto del controllo i due venivano trovati in possesso sia del cellulare appena asportato che di un altro telefono – risultato provento di furto – per il quale sono in corso accertamenti per l’identificazione del legittimo proprietario.
La refurtiva è stata riconsegnata al suo proprietario. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono finiti, l'uomo alla casa circondariale di Rimini e la donna in quella di Forlì la donna.
Nella serata di ieri, i militari dell’aliquota radiomobile della Compagnia di Riccione, nel corso di un normale servizio di controllo del territorio hanno tratto in arresto, per rapina e ricettazione, C.G. 47 enne, pregiudicato e la propria convivente C.R. 38 enne, pregiudicata, residenti a Reggio Emilia.

Nella circostanza, i militari, allertati da un negoziante di Riccione che era stato poco prima vittima del furto del proprio cellulare da parte della coppia che, per scappare, gli aveva usato violenza, sono riusciti a rintracciare e fermare gli indagati nei pressi dela stazione ferroviaria. All’atto del controllo i due venivano trovati in possesso sia del cellulare appena denunciato che di un altro telefono – risultato provento di furto – per il quale sono in corso accertamenti per l’identificazione del legittimo proprietario.
La refurtiva è stata riconsegnata al suo proprietario. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono finiti, l'uomo alla casa circondariale di Rimini e la donna in quella di Forlì la donna.