Rimini

Notte di controlli: 7 arresti, 8 denunciati, 6 espulsi

Passate al setaccio alcune ex colonie e l’area della Stazione Ferroviaria dalla Polizia

Notte di controlli: 7 arresti, 8 denunciati, 6 espulsi
| Altro
N. Commenti 0

16/maggio/2017 - h. 12.19

 

Gli uomini della Polizia riminese con i rinforzi inviati dal Ministero dell’Interno, cinque equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Bologna e due unità cinofile della Questura di Ancona, hanno passato in setaccio alcune ex colonie e l’area della Stazione Ferroviaria nella nottata appena trascorsa.
Decine le persone controllate nel servizio disposto dalla Questura nell’ambito delle attività antidegrado. Furti, spaccio, immigrazione clandestina, questi i reati per i quali si è proceduto con arresti e denunce. Sette i cittadini stranieri arrestati tutti irregolari sul territorio nazionale: un magrebino di 42 anni poiché trovato in possesso di carte di credito rubate, due magrebini di 28 e 20 anni, responsabili di furto ed altri due magrebini di 37 e 34 anni, poiché già espulsi dall’Italia e facevano rientro senza la prescritta autorizzazione del Ministero dell’Interno. Gli ultimi due, di origine rumena, sono stati arrestati perché responsabili di furto aggravato in concorso ai danni di un esercizio commerciale. 
In occasione dei controlli effettuati nella serata di ieri nella zona della Stazione Ferroviaria, sono stati rintracciati sette cittadini stranieri, tutti irregolari con le norme di soggiorno, per i quali sono tate avviate le procedure di espulsione dal territorio nazionale. Di questi, un cittadino marocchino di 44 anni, è stato bloccato su un pullman di linea mentre dava in escandescenze e per questo ritenuto responsabile anche di interruzione di pubblico servizio mentre un altro, sempre di origine marocchina, perché inottemperante alle prescrizioni della locale Autorità Giudiziaria, che gli imponeva di rimanere in casa nelle ore serali. 
L’intervento delle unità cinofile antidroga, ha permesso di verificare che due fermati, di origine nord-africana, erano in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti (haschish) e pertanto sono stati segnalati alla Prefettura per uso personale di sostanze stupefacenti, mentre, accuratamente celati in cespuglio, sono state rinvenute altre dosi di sostanze stupefacenti (per un totale di 40 gr.), materiale posto sotto sequestro. Inoltre, durante la notte, in zona Marina Centro, è stato controllato un italiano a bordo della propria autovettura che è risultato positivo al test alcolimetrico e quindi denunciato per guida in stato di ebbrezza.
Sempre nella giornata di ieri, personale dipendente ha effettuato l’accompagnamento presso il Centro d’Identificazione ed Espulsione di Brindisi, di un cittadino marocchino rintracciato sul territorio del Comune di Rimini da personale delle Volanti e risultato non in regola con le norme di soggiorno.
Gli uomini della Polizia riminese con i rinforzi inviati dal Ministero dell’Interno, cinque equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Bologna e due unità cinofile della Questura di Ancona, hanno passato in setaccio alcune ex colonie e l’area della Stazione Ferroviaria nella nottata appena trascorsa.

Decine le persone controllate nel servizio disposto dalla Questura nell’ambito delle attività antidegrado. Furti, spaccio, immigrazione clandestina, questi i reati per i quali si è proceduto con arresti e denunce. Sette i cittadini stranieri arrestati tutti irregolari sul territorio nazionale: un magrebino di 42 anni poiché trovato in possesso di carte di credito rubate, due magrebini di 28 e 20 anni, responsabili di furto ed altri due magrebini di 37 e 34 anni, poiché già espulsi dall’Italia e facevano rientro senza la prescritta autorizzazione del Ministero dell’Interno. Gli ultimi due, di origine rumena, sono stati arrestati perché responsabili di furto aggravato in concorso ai danni di un esercizio commerciale. 

In occasione dei controlli effettuati nella serata di ieri nella zona della Stazione Ferroviaria, sono stati rintracciati sette cittadini stranieri, tutti irregolari con le norme di soggiorno, per i quali sono tate avviate le procedure di espulsione dal territorio nazionale. Di questi, un cittadino marocchino di 44 anni, è stato bloccato su un pullman di linea mentre dava in escandescenze e per questo ritenuto responsabile anche di interruzione di pubblico servizio mentre un altro, sempre di origine marocchina, perché inottemperante alle prescrizioni della locale Autorità Giudiziaria, che gli imponeva di rimanere in casa nelle ore serali. 

L’intervento delle unità cinofile antidroga, ha permesso di verificare che due fermati, di origine nord-africana, erano in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti (haschish) e pertanto sono stati segnalati alla Prefettura per uso personale di sostanze stupefacenti, mentre, accuratamente celati in cespuglio, sono state rinvenute altre dosi di sostanze stupefacenti (per un totale di 40 gr.), materiale posto sotto sequestro. Inoltre, durante la notte, in zona Marina Centro, è stato controllato un italiano a bordo della propria autovettura che è risultato positivo al test alcolimetrico e quindi denunciato per guida in stato di ebbrezza.

Sempre nella giornata di ieri, personale dipendente ha effettuato l’accompagnamento presso il Centro d’Identificazione ed Espulsione di Brindisi, di un cittadino marocchino rintracciato sul territorio del Comune di Rimini da personale delle Volanti e risultato non in regola con le norme di soggiorno.