Rimini

Sfondano la porta dell'Apple Store con due auto e lo ripuliscono

Il colpo è stato messo a segno la notte scorsa al centro commerciale Le Befane

Sfondano la porta dell'Apple Store con due auto e lo ripuliscono
| Altro
N. Commenti 0

06/luglio/2017 - h. 19.06

L'obbiettivo era quello di ripulire l'Apple Store al centro commerciale Le Befane, cosi una banda composta da almeno 5 persone è entrata in azione la scorsa notte alle 3,30 usando le "maniere forti". A bordo di due auto si sono lanciati contro la porta d'ingresso sfondandola. Una volta all'interno dello store hanno fatto razzia di tutto i prodotti che c'erano e, non contenti, hanno abbattuto anche la porta del magazzino del negozio ripulendo anche quello.
L'allarme è stato dato solo questa mattina alle 5.30 quando i primi dipendenti del centro commerciale sono giunti sul posto e hanno visto tutto quello sfacelo. Dei malviventi naturalmente non c'era nessuna traccia ma il colpo è stato tutto filmato dalle telecamere a circuito chiuso, immagini che ora sono al controllo della Polizia per trovare indizi utili alla loro identificazione.
Si pensa che gli autori del colpo possano essere coloro che aveva già tentato in un modo simile di penetrare nell'Aplle Store lo scorso 21 febbraio ma, quella volta, erano "andati a buca" perché messi in fuga dal tempestivo intervento di una guardia della vigilanza.
L'obbiettivo era quello di ripulire l'Apple Store al centro commerciale Le Befane, cosi una banda composta da almeno 5 persone è entrata in azione la scorsa notte alle 3,30 usando le "maniere forti". A bordo di due auto si sono lanciati contro la porta d'ingresso sfondandola. Una volta all'interno dello store hanno fatto razzia di tutto i prodotti che c'erano e, non contenti, hanno abbattuto anche la porta del magazzino del negozio ripulendo anche quello.

L'allarme è stato dato solo questa mattina alle 5.30 quando i primi dipendenti del centro commerciale sono giunti sul posto e hanno visto tutto quello sfacelo. Dei malviventi naturalmente non c'era nessuna traccia ma il colpo è stato tutto filmato dalle telecamere a circuito chiuso, immagini che ora sono al controllo della Polizia per trovare indizi utili alla loro identificazione.

Si pensa che gli autori del colpo possano essere coloro che aveva già tentato in un modo simile di penetrare nell'Aplle Store lo scorso 21 febbraio ma, quella volta, erano "andati a buca" perché messi in fuga dal tempestivo intervento di una guardia della vigilanza.