La diarchia di Pd e Movimento 5 Stelle

Analisi del voto: i grillini solo una manciata di voti sotto ai Democratici. Il centrodestra al 21%

Il risciò dei grillini in festa. Al centro, Giulia Sarti

(foto Migliorini)

| Altro
N. Commenti 0

26/febbraio/2013 - h. 15.51

RIMINI - (Am) Il dato più clamoroso è di sicuro quello riminese. In provincia il Movimento Cinque Stelle è il primo partito, a livello comunale (vedi tabella) quasi. Nel senso che poche centinaia di voti separano i grillini (29,5%) dal Pd (30,32%). Un niente. Anche qui la Lega Nord è in forte sofferenza, anche se il partito di Maroni non aveva mai conosciuto le punte forlivesi, ed è fermma all'1,5 per cento. Insieme, il centrodestra porta a casa appena il 21 per cento. Il Pd migliora rispetto ai dati delle comunali 2011 quando Andrea Gnassi fu costretto al ballottaggio. Nel 2008, come si vede nella tabella sottostante, la percentuale dei democratici era già bassa rispetto ad altre zone romagnole. I grillini hanno quasi triplicato i consensi in due anni arrivando al trenta per cento. Fortuna che le prossime Comunali sono lontane...

 


RIMINI






2008 2010 (regionali) 2011 (comunali) 2013





Pd 41,1 32,46 29,76 30,32
Sel 2,69 1,95 3,5 2,41





Pdl 35,76 35,65 26,25 19,5
Lega Nord 5,93 9,24 7,31 1,5





M5S / 9,58 11,76 29,5