Calcio

Rimini: Osio e Traini, c’è la ratifica del cda. Onescu al Grosseto

Oggi nuovo incontro a Parma, domani presentazione del mister e dell’organigramma, poi da giovedì il ritiro a Carpegna apre la stagione 2013-2014

Rimini: Osio e Traini, c’è la ratifica del cda. Onescu al Grosseto
| Altro
N. Commenti 0

23/luglio/2013 - h. 12.34

RIMINI - Il tetto del vecchio e malandato Romeo Neri (ieri sera per la verità la sede del Cda è stata la ditta Cicai) è diventato una sorta di comignolo del conclave papale: tutti ad attendere la benedetta fumata bianca che metta in moto il Rimini 2013-2014. E ieri pare finalmente arrivata. O quantomeno è arrivato qualcosa di ufficiale: l’annuncio della conferenza stampa di presentazione del nuovo allenatore e dell’organigramma che va a sostituire la diaspora che ha colpito negli ultimi mesi Palazzo del Popolo.

Il nome di Marco Osio per il dopo D’Angelo è il classico segreto di Pulcinella, viste le dichiarazioni dei vari protagonisti prima ancora del faccia a faccia dei saluti col tecnico dell’ultimo triennio, ma ieri è arrivata anche la ratifica del Consiglio di amministrazione e adesso è quantomeno finita la pantomima sul ‘Sindaco’ che può lavorare alla luce del sole. Quasi certamente con il fido Alessandro Pironi, suo preparatore atletico ai tempi di Bellaria, ancora da vedere se con Maurizio Montalti come vice (a proposito, con Maurizio Drudi non ha ancora parlato nessuno..). Pare sia stato finalmente ‘promosso’ da consulente esterno a direttore generale anche Mauro Traini, così come è quasi certo che sarà Sandro Tiberi il responsabile del settore giovanile, ma per tutte le ufficialità (Massimo Andreatini è il team manager?) basta a questo punto attendere la conferenza stampa convocata per le 12 di domani.

Oggi il presidente Biagio Amati e lo stesso Traini sono infatti impegnati fuori Rimini in un nuovo incontro con il Parma e per la composizione della rosa il tempo inizia a stringere: i nomi sono noti anche in questo caso, con Osio che vorrebbe con sè anche Nicastro, Martinelli (per il difensore dovrebbe essere fatta) e Fall, che ieri al raduno di Bellaria confermava essere oltre i semplici contatti. E poi i giovani del Parma, Migani e Del Sole del San Marino e chi più ne ha più ne metta. Anche perché pure in uscita non si scherza: di Taddei e Morga si è detto di tutto e di più, si punta a far partire Baldazzi e intanto si saluta l’ennesimo pezzo da novanta...

UN ALTRO ADDIO. Dopo tanto rumore per nulla per Daniel Onescu pare proprio arrivato il momento delle cose concrete: per il centrocampista è quasi fatta con il Grosseto. Protagonista in tutte le sessioni di mercato degli anni precedenti, il nome del giovane rumeno, circolava sempre tra i vari rumors ma alla fine per un motivo o l’altro le varie trattative sfumavano. Questa volta Daniel Onescu, dopo tre anni in maglia a scacchi e un centinaio di presenze, è davvero a un soffio da cambiare casacca anche se il colore resterà sempre il biancorosso. Ieri il giovane rumeno classe 1993 era infatti a Grosseto, dove ha effettuato le visite mediche e nelle prossime ore firmerà il contratto. Cessione in comproprietà per una cifra che si aggira sui 25mila euro, dovrebbero essere questi i termini dell’accordo. Lascia un po’ perplessi la scelta del Rimini di lasciar partite un giocatore classe 1993 che proprio in questa stagione, basandoci sulla bozza proposta dalla Lega alle varie società, avrebbe avuto accesso al conteggio sui minutaggi. E’ stata infatti eliminata la norma che negava ai giocatori stranieri, i contributi e nella prossima stagione e come 1993 il centrocampista avrebbe avuto accesso al 100% dei minutaggi. Strategie del nuovo corso che forse capiremo nei prossimi giorni intanto Onescu, appena metterà nero su bianco, raggiungerà Montepulciano, sede del ritiro dei Grifoni dove già da qualche giorno i nuovi compagni sono al lavoro.

Francesco Pancari 
Nicola Strazzacapa