Baseball

Rimini campione d'Italia dopo nove anni, 'cappotto' al Bologna

Tutto il pubblico in piedi a festeggiare il 12° scudetto. Anche il sindaco si congratula con i Pirati

Rimini campione d'Italia dopo nove anni, 'cappotto' al Bologna
| Altro
N. Commenti 0

09/settembre/2015 - h. 16.19

Nove anni dopo l'ultimo trionfo, Rimini conquista il suo dodicesimo scudetto di baseball, schiantando la favoritissima UnipolSai Fortitudo Bologna. Se la finale dell'anno passato fu un susseguirsi di emozioni, stavolta Rimini ha dominato l'Italian Baseball Series dall'inizio alla fine, surclassando i campioni d'Italia uscenti dall'inizio alla fine: quattro partite e quattro vittorie per i Pirati.

Tutto il pubblico dello stadio è in piedi quando Vaglio, seconda base di Bologna, va sul conto pieno ma colpisce un pop in zona di foul. Mazzanti chiama la palla a gran voce per l'eliminazione che fa scatenare la festa. Tutto il dugout si riversa in campo a celebrare il successo mentre i tifosi si apprestano a fare invasione di campo.

"E' una gioia indescrivibile'' racconta subito Riccardo Bertagnon, ricevitore dei Pirati ''è difficile trovare le parole. Siamo una grande squadra e abbiamo lottato duramente per raggiungere questo obiettivo. Bisogna ringraziare la società e i tifosi, compreso il bar gestito dal papà di Spinelli che ha permesso di solidificare ancora di più questo gruppo''.

Anche Orlando Munoz, manager del Rimini, ci tiene a ringraziare tutti i tifosi: ''Sono stati fantastici, sin dalle prime partite ci hanno sostenuto, mostrando grande passione e cuore, in special modo i ragazzi del bar che sono stati unici''. Di questi ragazzi, chi è il tuo MVP?: ''Per me tutta la squadra e la società si meritano questo riconoscimento, oltre a Candelario che ha lanciato una gran finale e vinto il premio. Sia il gruppo degli italiani che quello degli stranieri ha dimostrato grande attaccamento alla maglia e un grande cuore, senza dimenticare poi i dirigenti, con il presidente Zangheri che ha aspettato tanti anni per festeggiare questo nuovo titolo''.

Anche il sindaco Andrea Gnassi da buon tifoso gioisce per la vittoria: “Contro i pronostici e sfatando il tabù finale, dopo nove anni i Pirati sono nuovamente campioni di Italia. Un risultato splendido, arrivato al termine di una cavalcata trionfale e inaspettata, che ha ribaltato le previsioni della vigilia e che soprattutto ha cancellato il ricordo delle troppe finali perse negli ultimi anni. I neroarancio non erano certo i favoriti della serie, eppure hanno chiuso la finale con un 4-0 che ha riempito d’orgoglio i tanti tifosi che hanno gremito lo stadio dei Pirati e che hanno seguito con il solito calore la squadra. Un ringraziamento dunque va ai giocatori, al manager, ma soprattutto al presidente Rino Zangheri, anima dei Pirati, l’emblema di chi non molla mai nonostante le difficoltà, nonostante le sconfitte, di un imprenditore che ha scelto di investire sullo sport e che spesso in nome della passione ha scelto di seguire il cuore invece che la ragione. Se in un contesto critico per lo sport italiano in generale e ancora di più per il baseball tricolore - che negli ultimi anni ha perso pezzi di storia con il venir meno di piazze storiche come Grosseto e con le difficoltà di Nettuno e Parma - Rimini è ancora competitiva e ai vertici, lo si deve all’impegno costante del suo patron, ieri sera emozionato e commosso come fosse la sua prima volta. A fronte delle difficoltà che stanno attraversando diverse realtà sportive del nostro territorio, quello di Zangheri è un esempio che speriamo che anche altri imprenditori possano seguire. Rino Zangheri faceva già parte della storia dello sport cittadino e ieri ha aggiunto un nuovo capitolo. Una storia che omaggeremo nei prossimi giorni, quando inviteremo in Comune il ‘pres’ (a cui è stato assegnato il Sigismondo d’Oro nel 2000), la squadra e coloro che hanno contribuito a questo bellissimo successo. Una storia bella, di sport e di vita, che speriamo sia di stimolo per altre realtà sportive affinché possano uscire dalle difficoltà con l’aiuto di tutti”.