Nuoto

Ilaria Bianchi si qualifica per la terza Olimpiade

La castellana si conferma campionessa tricolore nei 100 farfalla con un tempo lontano dal suo record ma sufficiente

Ilaria Bianchi si qualifica per la terza Olimpiade

Ilaria Bianchi

| Altro
N. Commenti 0

22/aprile/2016 - h. 20.42

Nella terza giornata di finali al Campionato Assoluto di nuoto di Riccione, la prima competizione valida per la qualificazione all’Olimpiade di Rio de Janeiro, un’altra bella notizia per il nuoto azzurro. Ilaria Bianchi si qualifica per la sua terza Olimpiade, dopo quelle del 2008 e 2012. La bolognese di Fiamme Azzurre e NC Azzurra 91, allenata da Fabrizio Bastelli, si conferma campionessa d’Italia dei 100 farfalla con 57”87, lontano dal suo record italiano (57”27) ma sufficiente per prenotare il biglietto aereo per il Brasile (il tempo limite era di 58.2).

“Sono un po’ emozionata. Si poteva fare meglio ma andrò a Rio de Janeiro e sono strafelice. Adesso lavoriamo fino a luglio. Poi la mia terza Olimpiade: un sogno. Un po’ me lo aspettavo ma toccare il tempo con la mano è stato fantastico”. Nella finale dei 200 dorso, la gara più attesa con il riccionese Simone Sabbioni, vince Luca Mencarini, seguito da Christopher Ciccarese, con Sabbioni sul terzo gradino del podio (1’58’’96). Un approccio comunque positivo per il romagnolo che non ha nelle 4 vasche la sua specialità. I primi due della classifica in questione conquistano entrambi gli Europei di Londra. Nei 200 dorso Carlotta Zofkova è sul podio: seconda alle spalle di Margherita Panziera. Degli altri romagnoli, nei 400 misti Alessi Polieri è quinta (4’44.36) con un distacco di 5”82 dalla prima Luisa Trombetti che centra il pass per Rio 2016, Fabio Scozzoli nei 50 farfalla non approda alla finale: è primo nella finale B col crono di 24”18.

Ieri sono arrivate, oltre a quella di Ilaria Bianchi, altre ottime prestazioni, due delle quali sono valse un pass per Rio de Janeiro, mentre la restante un record italiano. Gabriele Detti ha segnato un pauroso 3:43.97 a soli 57 da un ‘antico’ record di Massimiliano Rosolino. Luca Dotto ha infine sorpreso tutti facendo segnare il record italiano dei 100m stile libero nella priN ma frazione della staffetta: primo azzurro di sempre a conquistare un tempo inferiore ai 48 secondi; per lui 47.96. Nell’ultima gara di giornata anche Federica Pellegrini vuole essere protagonista: per l’Aniene recupera ben 7 secondi nell’ultima frazione della 4x200m sl e chiude al primo posto. Atteso successo nei 50 farfalla uomini per Piero Codia in 23\\u203356 che si riscatta con Matteo Rivolta (campione italiano nei 100) in 23\\u203382. Alle loro spalle Daniele D’Angelo. Prestazione, incredibile, invece, per Luca Dotto, che nella prima frazione della 4x100 stile libero firma il nuovo record italiano della distanza: 47.96, primo italiano sotto i 48 secondi. Cancellato il record “gommato” di Magnini (48’’04) e oltre al record italiano, seconda prestazione stagionale al mondo insieme al campione del mondo cinese Ning Zetao e dietro a McEvoy (47’’04), migliore di sempre in tessuto. Altrettanto incredibile la rimonta di Federica Pellegrini nella 4x200 stile libero, capace di vincere dopo aver recuperato oltre 6.40 secondi di distacco in avvio di frazione. Oggi saranno in gara: 200 misti uomini: Fabio Scozzoli. 500 dorso donne: Carlotta Zofkova. 50 rana: Elisa Celli.