Rugby

Quattro giornate all’insegna del rugby allo Stadio del Rugby di Cesena

Prende il via giovedì l’ottava edizione del Torneo delle Sei Regioni con 30 squadre partecipanti

Quattro giornate all’insegna del rugby allo Stadio del Rugby di Cesena
| Altro
N. Commenti 0

11/aprile/2017 - h. 12.33

Giovedì 13 aprile parte l’ottavo Torneo delle Sei Regioni, manifestazione organizzata dal Romagna RFC e dedicata al rugby giovanile, che ogni anno a ridosso delle festività pasquali porta allo Stadio del Rugby di Cesena squadre provenienti da tutta Italia.
  
Emilia Romagna, Lazio, Abruzzo, Veneto, Marche le regioni rappresentate quest’anno, per un totale di 30 squadre partecipanti che si sfideranno nei tre tornei per le categorie Under 14, Under 16 e Under 18. Principale novità di questa ottava edizione è data dalla durata della manifestazione, che raddoppia rispetto alle precedenti annate estendendosi su 4 giornate. Giovedì 13 e Venerdì 14 saranno interamente dedicate al Torneo Under 14, mentre i Tornei Under 16 e Under 18 si giocheranno nelle giornate di Lunedì 17 e Martedì 18 Aprile. 
Questa nuova formula è stata pensata per rispondere alla progressiva crescita che la manifestazione ha avuto di anno in anno, nell’ottica di offrire alle squadre partecipanti più occasioni di confronto possibile ma tenendo alto il livello della competizione, principio che ha sempre ispirato il sei Regioni e che quest’anno si traduce in un programma di 120 partite distribuite nell’arco delle 4 giornate.
Si parte dunque nel pomeriggio di giovedì con la fase di qualificazione del torneo Under 14, competizione principale della kermesse, che metterà a confronto 16 squadre. Nella giornata di venerdì tutte le formazioni torneranno in campo per disputare le fasi finali, al termine delle quali nel pomeriggio verrà decretato il vincitore di questa ottava edizione. Oltre alle Selezioni Romagna, che rappresenteranno tutto il movimento della Franchigia romagnola, saranno presenti le emiliane Amatori Parma, CUS Ferrara, Modena Rugby e Rugby Pieve 1971; dalle Marche arriveranno Pesaro, Falconara e Jesi, dal Lazio la Primavera e in rappresentanza dell’Abruzzo Rugby Experience L’Aquila, Pescara, Sambuceto, club fedelissimo del Sei Regioni, sempre presente fin dalla prima edizione del 2010; a completare il quadro il Villorba, vincitore delle ultime due edizioni del Torneo. 
Il torneo Under 16 comprende invece 9 squadre, provenienti da 5 diverse regioni: oltre alle due Franchigie Territoriali Euganei (Veneto) e Adriatica (Abruzzo), parteciperanno le due bolognesi Reno e Bologna 1928, il Badia, l’Anzio, alla sua prima presenza al torneo, e le marchigiane Pesaro e Jesi. Anche per questa categoria a difendere i colori di casa, oltre che il titolo vinto nella passata edizione, saranno i ragazzi della Selezione Romagna Under 16. La competizione prevede una prima fase di qualificazione che si svolgerà tra il pomeriggio di lunedì e martedì mattina, per poi concludersi nel pomeriggio con le finali. 
Nelle giornate del 17 e 18 aprile spazio anche alla categoria Under 18: le 5 squadre partecipanti (Romagna, Modena, Pesaro, Badia e Franchigia Adriatica) si incroceranno in una sorta di mini-campionato, con le partite di andata in programma al lunedì pomeriggio e il ritorno al martedì. 
Giovedì 13 aprile parte l’ottavo Torneo delle Sei Regioni, manifestazione organizzata dal Romagna RFC e dedicata al rugby giovanile, che ogni anno a ridosso delle festività pasquali porta allo Stadio del Rugby di Cesena squadre provenienti da tutta Italia.  Emilia Romagna, Lazio, Abruzzo, Veneto, Marche le regioni rappresentate quest’anno, per un totale di 30 squadre partecipanti che si sfideranno nei tre tornei per le categorie Under 14, Under 16 e Under 18. Principale novità di questa ottava edizione è data dalla durata della manifestazione, che raddoppia rispetto alle precedenti annate estendendosi su 4 giornate. Giovedì 13 e Venerdì 14 saranno interamente dedicate al Torneo Under 14, mentre i Tornei Under 16 e Under 18 si giocheranno nelle giornate di Lunedì 17 e Martedì 18 Aprile. 

Questa nuova formula è stata pensata per rispondere alla progressiva crescita che la manifestazione ha avuto di anno in anno, nell’ottica di offrire alle squadre partecipanti più occasioni di confronto possibile ma tenendo alto il livello della competizione, principio che ha sempre ispirato il sei Regioni e che quest’anno si traduce in un programma di 120 partite distribuite nell’arco delle 4 giornate.

Si parte dunque nel pomeriggio di giovedì con la fase di qualificazione del torneo Under 14, competizione principale della kermesse, che metterà a confronto 16 squadre. Nella giornata di venerdì tutte le formazioni torneranno in campo per disputare le fasi finali, al termine delle quali nel pomeriggio verrà decretato il vincitore di questa ottava edizione. Oltre alle Selezioni Romagna, che rappresenteranno tutto il movimento della Franchigia romagnola, saranno presenti le emiliane Amatori Parma, CUS Ferrara, Modena Rugby e Rugby Pieve 1971; dalle Marche arriveranno Pesaro, Falconara e Jesi, dal Lazio la Primavera e in rappresentanza dell’Abruzzo Rugby Experience L’Aquila, Pescara, Sambuceto, club fedelissimo del Sei Regioni, sempre presente fin dalla prima edizione del 2010; a completare il quadro il Villorba, vincitore delle ultime due edizioni del Torneo. 

Il torneo Under 16 comprende invece 9 squadre, provenienti da 5 diverse regioni: oltre alle due Franchigie Territoriali Euganei (Veneto) e Adriatica (Abruzzo), parteciperanno le due bolognesi Reno e Bologna 1928, il Badia, l’Anzio, alla sua prima presenza al torneo, e le marchigiane Pesaro e Jesi. Anche per questa categoria a difendere i colori di casa, oltre che il titolo vinto nella passata edizione, saranno i ragazzi della Selezione Romagna Under 16. La competizione prevede una prima fase di qualificazione che si svolgerà tra il pomeriggio di lunedì e martedì mattina, per poi concludersi nel pomeriggio con le finali. 

Nelle giornate del 17 e 18 aprile spazio anche alla categoria Under 18: le 5 squadre partecipanti (Romagna, Modena, Pesaro, Badia e Franchigia Adriatica) si incroceranno in una sorta di mini-campionato, con le partite di andata in programma al lunedì pomeriggio e il ritorno al martedì.