Calcio

La difesa a tre non funziona, Ravenna salvato da Maistrello all'ultimo minuto

Col Teramo è solo 1-1. Il mister cambia modulo ma i giallorossi decollano solo nel secondo tempo, quando torna la linea a quattro

La difesa a tre non funziona, Ravenna salvato da Maistrello all'ultimo minuto

Maistrello festeggia la rete

| Altro
N. Commenti 0

28/gennaio/2018 - h. 09.12

Un Ravenna contratto nel primo tempo, ma capace di buttare il cuore oltre l’ostacolo e meritare il pareggio nella ripresa, che al “Benelli” pareggia per 1-1 contro un ottimo Teramo. Gli ospiti producono di più nella prima frazione, ma sbloccano il risultato solo grazie al rigore conquistato e segnato da Bacio Terracino, poi sono bravi a chiudersi e a rendersi pericolosi in contropiede grazie alla grande rapidità dei loro attaccanti. Mister Antonioli, dopo aver testato il 3-4-3 nel primo tempo, passa al 4-3-3 nel secondo e l’ingresso del neo acquisto Maleh revitalizza i padroni di casa, che legittimano l’1-1 nel secondo tempo, pur trovando il gol solo nel recupero. Autore del pareggio è un altro subentrato, Maistrello, che si sblocca trovando il primo gol in campionato e manda in visibilio i tifosi di casa, dimostrando ancora una volta il carattere di una squadra capace di lottare fino a oltre il 90’. 

 LA PARTITA

Primo tempo. Mister Antonioli sceglie di provare il 3-4-3 in apertura di gara, ma nei primi minuti i giallorossi faticano a produrre gioco, mentre il Teramo spinge e al 12’ si rende pericoloso con un tiro di Bacio Terracino rientrando dalla destra. Al 19’ Venturi si conferma uno dei migliori portieri del campionato con una grande parata su Fratangelo e sulla respinta è Capitanio a ribattere in angolo. Il Ravenna cerca con insistenza le spizzate di Marzeglia e al 20’ si fa vedere in area con De Sena, che però non riesce a concludere verso la porta. Gli ospiti continuano a tenere alta la pressione con un buon fraseggio e ancora Venturi salva al 24’ su Bacio Terracino. I giallorossi si rendono pericolosi sugli sviluppi di un calcio piazzato con Leji, ma al 36’ arriva l’episodio che decide il primo tempo, con Bacio Terracino bravo ad inserirsi e conquistare il fallo da rigore di Barzaghi. Lo stesso numero 24 ospite realizza dagli undici metri portando meritatamente in vantaggio gli ospiti, che sono ancora pericolosi all’ultimo minuto del primo tempo con Ilari. La punizione di Selleri nel recupero è l’ultimo sussulto per i padroni di casa, ma le squadre tornano negli spogliatoi sullo 0-1.

Secondo tempo. C’è Maleh in campo in apertura di ripresa, e il Ravenna cambia sia modulo, passando al 4-3-3, che atteggiamento, lanciandosi subito in avanti alla ricerca del pareggio. Lo stesso Maleh suona la carica con un tiro da fuori al 47’, poi Marzeglia di testa su cross di Barzaghi conclude alto. I padroni di casa sono molto più propositivi, ma il Teramo si rende pericoloso in contropiede e Barzaghi respinge quasi sulla linea un batti e ribatti in area al 53’. Mister Antonioli si gioca la carta Maistrello e l’attaccante giallorosso mette subito in difficoltà la retroguardia ospite al 63’, calciando a lato dopo che Calore aveva già respinto la prima conclusione di De Sena. Lo stesso numero 9 si rende ancora pericoloso tre minuti più tardi e la seconda frazione prosegue con il Ravenna in avanti. Gli ospiti sprecano qualche occasione in contropiede e nel finale vengono chiusi in area dall’assedio giallorosso. Nuovamente Maistrello manda alto di testa su calcio d’angolo all’86’, ma nell’ultimo dei 5’ di recupero si sblocca, sempre di testa, scavalcando Calore con grande precisione e regalando il pareggio ai padroni di casa. 

 

LA DICHIARAZIONE

Al termine del match, Mister Antonioli ha commentato: “Mi prendo la responsabilità per aver provato un nuovo modulo nel primo tempo, con l’intento di far rendere al meglio alcuni nostri giocatori. Per fortuna nel secondo parziale, osando qualcosa in più con la difesa a 4, abbiamo saputo recuperare e alla fine abbiamo meritato il pareggio. Quando in due partite consecutive trovi un gol importante a tempo scaduto non è mai un caso e questo è un segnale sulle qualità mentali della squadra. Maleh è certamente una nota positiva di questa serata perché è entrato subito nel vivo del gioco e ci ha dato quella qualità che era mancata, anche a causa delle imperfette condizioni fisiche di Selleri. Peccato non aver trovato i tre punti anche perché avremmo voluto dedicare la vittoria al nostro addetto stampa Massimo Montanari che ha avuto un incidente in settimana.” 

 

IL TABELLINO

RAVENNA (3-4-3): 22 Venturi; 15 Ronchi (46’ 30 Maleh), 13 Leji, 26 Capitanio; 4 Venturini, 27 Papa, 10 Selleri (68’ 24 Piccoli), 3 Barzaghi (68’ 14 Magrini); 17 Broso, 29 Marzeglia (61’ 9 Maistrello), 25 De Sena. A dip: 1 Gallinetta, 8 Severini, 18 Ballardini A., 19 Ierardi, 20 Sabba, 23 Cenci, 28 Rossi. All.: Antonioli.

TERAMO (4-3-3): 22 Calore; 15 Sales, 23 Caidi, 6 Speranza, 3 Pietrantonio; 4 De Grazia (75’ 9 Sandomenico), 8 Amadio (89’ 16 Graziano), 10 Ilari; 24 Bacio Terracino (89’ 13 Milillo), 21 Fratangelo (64’ 25 Barbuti), 14 Varas. A disp: 12 Lewandowski, 7 Paolucci, 11 Tulli, 17 Castagna, 18 Diallo, 19 Faggioli. All.: Palladini.

RETI: 36’ Bacio Terracino (R), 90’+5 Maistrello

NOTE: Amm.: 30’ Ilari, 49’ Calore, 56’ Leji, 69’ Sales, 76’ Caidi, 90’+5 Sabba. 1276 Spettatori