Serie D

Rimini e Imolese giocano a poker, Forlì rischia ma poi recupera

Superlativa prova della capolista, i rossoblù impietosi con la Colligiana. I Galletti se la vedono brutta, poi strappano un punto

Rimini e Imolese giocano a poker, Forlì rischia ma poi recupera
| Altro
N. Commenti 0

04/febbraio/2018 - h. 20.38

Grazie a una prova superlativa la capolista Rimini rifila un sono poker al malcapitato Sasso Marconi e prosegue la propria marcia in vetta alla graduatoria. Il primo sussulto dopo un giro di lancette quando Dall’Ara, su calcio di punizione da posizione defilata, scalda i guantoni di Scotti che respinge. All’11 ci prova Buonaventura con un improvviso diagonale dal limite, palla di poco a lato. Un minuto più tardi Arlotti ci prova di sinistro, Monari neutralizza. Pochi secondi dopo ancora Buonaventura lascia partire un gran botta dalla distanza, l’estremo difensore si distende e si rifugia in angolo. Al 17′ è il turno di Guiebre provarci da lontano, la sua conclusione viene deviata da un difensore e termina n corner. Al 24 Scotti colpisce di testa fuori area, palla a Bacchiocchi che prova a sorprendere la retroguardia biancorossa, la conclusione dell’ex Rimini è deviata da un difensore e termina in angolo. Al 38′ i ragazzi di mister Righetti passano. Buonaventura si trasforma in uomo assist e verticalizza per Arlotti che, da posizione defilata, lascia partire una conclusione potente che piega le mani al portiere e si infila nel sacco. Al 42′ Viti prova il sinistro dalla trequarti, il portiere blocca con sicurezza. Un giro di lancette bel numero di Capellupo in area, il centrocampista mira l’angolino ma il portiere si supera e si salva in angolo. Angolo battuto dallo stesso Capellupo, stacco di testa di Brighi e palla che si stampa sul palo a portiere battuto. Si va al riposo con i biancorossi avanti 1-0.
Dopo due minuti dalla ripresa del gioco, numero di Guiebre che entra in area e conclude, palla di poco a lato. Un giro di lancette più tardi grande azione di Arlotti sulla sinistra, palla al centro per l’accorrente Capellupo che tira a botta sicura, la sfera si stampa sulla traversa. Secondo legno colpito dai padroni di casa. Al 5′ Barranca, scattato in sospetta posizione di fuorigioco, si invola verso la porta e conclude, Scotti è reattivo e respinge. All’11 il Rimini raddoppia. Pennellata di Capellupo dalla bandierina, la palla è preda dell’accorrente Romagnoli che non lascia scampo all’estremo difensore. Doppio cambio, al 16′, per il Rimini. Mister Righetti getta nella mischia Variola al posto dell’acciaccato Romagnoli e Vesi per Montanari. Per il difensore si tratta del debutto in campionato con la maglia a scacchi dopo il brutto infortunio rimediato durante il ritiro estivo. Il tris al 31′ quando, sugli sviluppi di un angolo battuto dal solito Capellupo, Traini colpisce la sfera che caraambola su Bacchiocchi e si insacca. Due minuti più tardi solito schema dalla bandierina, l’incornata di Petti non trova il bersaglio. Al 38′ arriva anche il poker con Buonaventura che, lanciato dalle retrovie, si presenta davanti al portiere e lo infila con sicurezza. Al “Romeo Neri” termina 4-0 per i ragazzi di mister Righetti.Il Il

Il Rimini regola il Sasso Marconi con un poker superlativo. Se la leadership riminese (primo a 55 punti) non sembra in discussione, c'è ressa dietro: l'Imolese vince 4-1 e sale al secondo posto, agganciando insieme a Villabiagio il Fiorenzuola, fermato dal Sansepolcro. Dietro il terzetto al secondo posto (46 punti) c'è il Forlì (43 punti). 

Superlativa la prova del Rimini. Dopo un primo tempo di grande pressione, il gol arriva al 38': segna Arlotti e si va negli spogliatoi sull'uno a zero. Nel secondo tempo, dopo altre tre occasioni tra cui una traversa di Cappellupo, arriva il raddoppio di Romagnoli. La partita si fa in discesa: tris al 31', stavolta con Bacchicchioni. Capellupo, Traini colpisce la sfera che caraambola su Bacchiocchi e si insacca. Due minuti più tardi solito schema dalla bandierina, l’incornata di Petti non trova il bersaglio. Al 38′ arriva anche il poker con Buonaventura che, lanciato dalle retrovie, si presenta davanti al portiere e lo infila con sicurezza.

Quattro gol anche per l'Imolese,  chesfata il tabù delle tre vittorie consecutive maltrattando al Galli la Colligiana (4-1).  I rossoblù sbloccano il match al 5’ con uno schema collaudato da calcio d’angolo e coinvolgente il tandem Borrelli-Sereni; il cross del terzino di casa trova le lunghe e letali leve di Crema per la deviazione da sottomisura (1-0). Bastano tre giri di lancette per il raddoppio: Ferretti apre a destra per Garattoni che mette un pallone invitante al centro trovando la puntuale zampata di Borrelli ad altezza del dischetto del rigore (2-0). Al 26’ sortita offensiva degli ospiti con rasoterra dal limite dell’area di Pierangioli ben controllato da Rossi. Romagnoli vicinissimi al tris poco dopo la mezz’ora con la discesa dalla destra di Garattoni conclusa a lato di poco. In avvio di ripresa, toscani pericolosi con la punizione di Pierangioli dai 20 metri che lambisce la traversa. Al 56’ ancora in avanti la Colligiana con il fendente di Cristiano che sorvola la porta romagnola. L’Imolese affossa al 75’ le velleità avversarie mandando a referto il rientrante Titone imbeccato con il goniometro da Valentini (3-0). Unico neo di giornata la disattenzione di Carraro che perde un pallone velenoso a pochi passi dalla propria area innescando la percussione centrale con goal di Falorni (3-1). Il poker della squadra del presidente Spagnoli è nell’aria: Benedetti strozza sulla linea la gioia di Carraro ma Titone, allo scadere, arrotonda il risultato ed il suo bottino personale (4-1).

Forlì fermato invece sul 2-2 dalla Correggese. Nella città di Ligabue i romagnoli se la sono però vista brutta: sotto di due reti alla fine del secondo tempo. I padroni di casa passano al 15' con Esposito, poi Mannetti su rigored fa il 2-0. Il nuovo corso dei Galletti prevede che non ci si arrenda mai, al 51' il Forlì accorcia con Felici. I romagnoli attaccano e al 22' della ripresa Speziale pareggia. I biancorossi pressano ma il sorpasso non arriva. Finisce 2-2 e in fondo al Forlì va bene così-