imola

Una Formula Uno torna a ruggire all'autodromo

La Toro Rosso si fa sentire ad Imola. Nostalgia di Gran Premio...

La Redbull sfreccia davanti alla torre

(foto Sanna)

| Altro
N. Commenti 0

04/agosto/2012 - h. 18.49

IMOLA - (RoC) Dai che c’è la Formula 1 all’Autodromo! L’esortazione dell’altro ieri non poteva non scuoterci, perché è troppo grande la voglia di risentire quel rombare unico dei motori della classe regina. La F1 ci manca, è rimasta nel cuore di tutti, manca il Gran Premio, il clima che creava in città, così come in quelle più vicine. Ma il Gran Premio non tornerà sul circuito delle Acque Minerali, però è tornata a girare la Formula 1.

Giovedì c’era la Toro Rosso, cuore e pancia romagnoli, non amata come avrebbe meritato sin dai tempi in cui si chiamava Minardi. Armati d’entusiasmo, con il buon Sanna e la sua potente macchina fotografica siamo arrivati in mattinata in un caldo da Gran Premio della Malesia sul circuito delle Acque Minerali. Il rombo ha subito illuso diversi appassionati e anche noi. “Sta per uscire...”. Invece no, o perlomeno non subito. Verso l’ora di pranzo esce in pista e Sanna la fotografa davanti alla Torre. C’è la rete nel mezzo: pazienza.

L’abbiamo vista e la facciamo vedere ai lettori in tutta la sua genuinità. Sulla monoposto c’è l’italo-australiano Daniel Ricciardo, che nel Mondiale ha i suoi bravi due punti, conquistati proprio nel Gp d’Australia. Come lui sul sedile della Toro Rosso si è seduto Mark Webber, poi Sebastian Vettel, due volte campione del mondo con “mamma Red Bull”, prima ancora un giovanissimo Fernando Alonso: insomma i primi tre dell’attuale classifica del campionato piloti. Piccola grande Toro Rosso da Faenza, dove è l’unica azienda che da anni cresce e assume personale e mette in pista giovani che possono crescere e poi passare alla Red Bull, munifico sponsor che non fa mancare nulla. “Senti che rombo!” dice Sanna. “Per forza, la Toro Rosso ha il motore della Ferrari - dice di rimbalzo un simpatico sfegatato -. Se si muove la Ferrari, il Gran Premio torna a Imola”. E’ caldo, ma geliamo il signore con le parole di Luca di Montezemolo di una ventina di giorni fa. “Sarebbe un sogno un giorno vedere anche una gara iridata svolgersi al Mugello …”.