Lirica

Un tenore cileno vince il Mascagni d’oro (video)

Oggi la 35esima edizione del premio destinato ai prestigiosi interpreti della lirica: vince Monsalve

| Altro
N. Commenti 0

06/dicembre/2015 - h. 01.07

A chiusura dell’autunno musicale organizzato dal Comitato Mascagnano “Amici della Lirica” con il sostegno del Comune di Bagnara, oggi alle 15,30 torna il belcanto all’Auditorium di Bagnara di Romagna. Saranno sul palco il soprano Anna Consolaro, il mezzosoprano Irene Molinari, il baritono Omar Kamata, il basso Kiok Park insieme all’evento più atteso, l’assegnazione del 35° Mascagni d’Oro al tenore cileno Giancarlo Monsalve. Destinato a prestigiosi interpreti della lirica, il premio va ricondotto al presenza, a Bagnara, del Museo Mascagni che raccoglie reperti storici e l’epistolario fra il compositore e Anna Lolli, corista nativa del luogo.

Non mancano, fra i premiati, nomi altisonanti come i baritoni Marzio Giossi e Simone Alberghini e i tenori Fabio Armilliato e Francesco Meli che quest’anno apre la stagione scaligera, artisti che fanno onore alla nostra musica in tutto il mondo. Quest’anno il premio verrà assegnato a un tenore cileno che ha già intrapreso una carriera di successo. Nativo a Valparaiso, in Cile, dopo avere frequentato la locale scuola di Belle Arti, viene a perfezionarsi in Italia con il soprano Mirella Freni e il basso Leodino Ferri, seguendo anche una master class con il soprano Montserrat Caballé. Allievo di diversi tenori italiani, ha un debito formativo particolare nei confronti di Nicola Martinucci. Dopo il debutto nel 2006 al Teatro Comunale di Bologna, Monsalve ha cantato all’Arena di  di Torino, allo Sferisterio di Macerata e nei massimi teatri mondiali, entrando con successo nei panni di personaggi di Puccini, Verdi e Bizet, diretto dalle prestigiose bacchette di Patrick Fournillier e Riccardo Muti, per fare solo due nomi. Altra partecipazione “esotica” è quella di Park Kiok, basso, nato a Seoul nel South Korea, che dopo la laurea in canto all’Università Nazionale si è diplomato al Conservatorio di Milano, seguendo altri corsi in Italia e vincendo diversi concorsi canori. Senza nulla togliere ai cantanti italiani di talento Anna Consolaro, Irene Molinari e Omar Kamata, è doveroso riconoscere gli sforzi di chi attraversa oceano e continenti per perfezionarsi in Italia, patria indiscussa dell’opera lirica e culla del belcanto e della formazione musicale, come ha fatto Monsalve, orgoglioso di ricevere questo premio italiano. Il cast sarà accompagnato al pianoforte dal Maestro concertatore Enrico Zucca e introdotto dal conduttore Mattia Galli, un’accoppiata che è una garanzia di successo.

Info e prenotazione: telefono 0545- 76131, cellulare 333 9979488.

Attilia Tartagni