Terremoto

Hotel Rigopiano, 10 persone estratte vive (video)

I soccorritori: “Altre voci oltre a quelle dei 5”. Sepolti da due giorni

| Altro
N. Commenti 0

21/gennaio/2017 - h. 02.38

I soccorritori hanno individuato oggi complessivamente 10 persone all'Hotel Rigopiano, e da stamattina ad ora ne sono state estratte 5. Gli ultimi 3 estratti, a quanto si apprende, sono tutti bambini. E' stato subito attivato l'elisoccorso per trasportarle in ospedale. I superstiti erano, stando a quanto si apprende, sotto un solaio. I vigili del fuoco hanno preso contatti con loro e ci stanno parlando.  Una donna, estratta viva, è già stata trasportata in ospedale a Pescara. Altri elicotteri si stanno portando verso l'albergo. Si sta attuando una sorta di staffetta tra Pescara, Penne e l'hotel.
Vi sono segnali da una settima persona che potrebbe essere ancora viva sotto le macerie dell'hotel Rigopiano. Lo riferisce Luca Cari, responsabile della comunicazione dei Vigili del Fuoco. In tutto, sarebbero ancora una ventina le persone che si pensa siano disperse. Il numero è stato ricostruito sulla base delle indicazioni finora venute da congiunti di persone – tra dipendenti e clienti – che erano all’interno del resort.
Gabriele D'Angelo, cameriere dell'hotel Rigopiano, e Alessandro Giancaterino, capo dei camerieri e del bar dell'albergo, sono le due vittime finora identificate dai soccorritori. Ieri era stato confermato il decesso di due persone, ma non era stata divulgata la loro identità. La morte di Gabriele D'Angelo, volontario della locale Croce rossa, ha sconvolto diversi soccorritori presenti nel centro di coordinamento allestito al Palazzetto dello Sport di Penne. Questi amici, spesso in lacrime, si sono abbracciati per darsi conforto.
<iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/6aEyZHPfCFw" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>
I soccorritori hanno individuato oggi complessivamente 10 persone all'Hotel Rigopiano. Gli ultimi 3 estratti sono tutti bambini. E' stato subito attivato l'elisoccorso per trasportarle in ospedale. I superstiti erano, stando a quanto si apprende, sotto un solaio. I vigili del fuoco hanno preso contatti con loro e ci stanno parlando. Una donna, estratta viva, è già stata trasportata in ospedale a Pescara. Altri elicotteri si stanno portando verso l'albergo. Si sta attuando una sorta di staffetta tra Pescara, Penne e l'hotel.

Vi sono segnali da una settima persona che potrebbe essere ancora viva sotto le macerie dell'hotel Rigopiano. Lo riferisce Luca Cari, responsabile della comunicazione dei Vigili del Fuoco. In tutto, sarebbero ancora una ventina le persone che si pensa siano disperse. Il numero è stato ricostruito sulla base delle indicazioni finora venute da congiunti di persone – tra dipendenti e clienti – che erano all’interno del resort.

Gabriele D'Angelo, cameriere dell'hotel Rigopiano, e Alessandro Giancaterino, capo dei camerieri e del bar dell'albergo, sono le due vittime finora identificate dai soccorritori. Ieri era stato confermato il decesso di due persone, ma non era stata divulgata la loro identità. La morte di Gabriele D'Angelo, volontario della locale Croce rossa, ha sconvolto diversi soccorritori presenti nel centro di coordinamento allestito al Palazzetto dello Sport di Penne. Questi amici, spesso in lacrime, si sono abbracciati per darsi conforto.