Serie A

La Roma non molla: 3-1 sul Sassuolo (video)

La Juve espugna Marassi con Cuadrado. Il Napoli vince per la prima volta a Empoli. Il Cagliari ferma la Lazio sul 0-0. Tutti i risultati

| Altro
N. Commenti 0

19/marzo/2017 - h. 23.46

 

Sampdoria-Juventus 0-1
E' Cuadrado dopo appena 7 minuti di gioco a permettere alla Juventus di avere ragione di una buona Sampdoria, che si arrende 1-0 a 'Marassi'. Allegri rivoluziona la difesa schierando un reparto inedito con Dani Alves e Asamoah sugli esterni e la coppia Rugani-Barzagli in mezzo, a centro campo i titolarissimi e in attacco i quattro tenori Cuadrado, Dybala, Mandzukic e Higuain. Dalla parte opposta Giampaolo non rinuncia al suo 4-3-1-2 con Bruno Fernandes dietro le due punte Quagliarella-Muriel.
Sampdoria (4-3-1-2): Puggioni 6, Sala 5, Silvestre 6, Skriniar 6, Regini 5.5, Barreto 6, Torreira 6 (17′ st Praet 6), Linetty 6, Bruno Fernandes 5.5 (8′ st Schick sv, 30′ st Djuricic sv), Muriel 6, Quagliarella 6.5. A disp.: 12 Krapikas, 30 Falcone, 20 Pavlovic, 24 Bereszinski, 5 Dodò, 4 Simic, 17 Palombo, 21 Cigarini, 11 Alvarez, 47 Budimir. All. Giampaolo.
Juventus (4-2-3-1 ): Buffon 6, Dani Alves 5.5, Rugani 6, Barzagli 6.5, Asamoah 6.5, Pjanic 6, Khedira 6, Cuadrado 7 (27′ st Lemina sv), Dybala 6 (27′ pt Pjaca 5.5), Mandzukic 6, Higuain 6. A disp.: 39′ st Lichtsteiner sv). (25 Neto, 32 Audero, 3 Chiellini, 12 Alexsandro, 8 Marchisio, 28 Rincon, 27 Sturaro, 34 Keane, 19 Bonucci). All. Allegri.
Arbitro: Tagliavento 
Rete: pt 6′ Cuadrado 
Ammoniti: Regini e Dani Alves,  gioco scorretto 
Empoli-Napoli 2-3
Il Napoli vince per la prima volta a Empoli battendo 3-2 i toscani in una partita dai due volti. Dopo aver chiuso il primo tempo avanti 3-0, un evidente calo di concentrazione dei ragazzi di Sarri nel secondo rende più difficili le cose con un finale arrembante dei padroni di casa, bravi a portarsi sul 3-2. Sarri risparmia il diffidato Koulibaly schierando Chiriches accanto ad Albiol. In mezzo, mentre davanti gioca il tridente leggero composto da Callejon, Mertens e Insigne. Martusciello rinuncia dal 1' a Maccarone. C'è Thiam in attacco insieme a Pucciarelli, con l'ex El Kaddouri nelle vesti di rifinitore. 
Empoli: Skorupski; Laurini, Bellusci, Costa, Pasqual; Krunic, Dioussè (26' st Mauri), Croce (40' st Dimarco) El Kaddouri; Thiam, Pucciarelli (22' st Maccarone). A disp. Pugliesi, Pelagotti, Zambelli, Veseli, Barba, Zajc, Buchel, Marilungo. All. Martusciello.
Napoli: Reina; Hysaj, Chiriches, Albiol, Ghoulam; Allan, Jorginho (17' st Diawara), Hamsik; Callejon, Mertens (38' st Milik), Insigne (32' st Giaccherini). A disp. Sepe, Rafael, Strinic, Maggio, Maksimovic, Zielinski, Koulibaly, Rog, Pavoletti. All. Sarri.
Arbitro: Damato.
Reti: pt 19' e 38' rig. Insigne (N), 24' Mertens (N); st 25' El Kaddouri (E), 37' rig. Maccarone (E).
Ammoniti Jorginho, Callejon, Hysaj, Albiol (N), Costa, Dioussè, Mauri (E). 
Note: Skorupski (E) para un rigore a Mertens al 7'.
Cagliari-Lazio 0-0
Frena l'Inter ma anche la Lazio inciampa sul cammino per l'Europa. Termina con uno scialbo 0-0 il match del Sant'Elia tra il Cagliari e i biancazzurri brutti e sottotono. Inzaghi deve fare a meno di Milinkovic e propone Lulic, schierato sulla trequarti per non dare riferimenti al Cagliari, con Parolo e Biglia a gestire il centrocampo, più avanti Keita e Felipe Anderson.
Cagliari (4-4-2): Rafael 6; Isla 5, Pisacane 6 (41' st Salamon sv), Bruno Alves 6, Murru 5,5; Ionita 6, Dessena sv (9' Faragò 5,5), Tachtsidis 6,5, Padoin 6; Joao Pedro 6, Sau 6 (22' st Farias 6). A disp.: Gabriel, Colombo, Crosta, Miangue, Han, Di Gennaro. All.: Rastelli.
Lazio (4-2-3-1): Strakosha 6; Basta 5,5 (35' st Patric sv), De Vrij 6,5, Hoedt 6, Radu 6 (22' st Djordjevic 5); Parolo 6, Biglia 5; Felipe Anderson 6, Lulic 5,5, Keita 5 (26' st Luis Alberto 5); Immobile 5. A disp.: Vargic, Adamonis, Wallace, Lukaku, Lombardi, Crecco, Murgia, Mohamed. All.: Inzaghi.
Arbitro: Guida
Ammoniti: Faragò, Pisacane (C); Biglia, De Vrij (L)
Atalanta-Pescara 3-0
L'Atalanta travolge 3-0 il Pescara e torna a sperare nell'Europa League. Successo netto e meritato per i nerazzurri. Doppietta e un assist di 'Papu' Gomez schianta gli uomini di Zeman. Senza Kurtic, squalificato, Conti, infortunato, e con Kessié non al meglio, Gasperini ha rivisto il centrocampo con Hateboer, Cristante e Grassi, con Gollini piazzato al posto di Berisha tra i pali e il ritorno da titolare di Masiello. Sul fronte opposto Zeman, privo di Caprari, Stendardo e Bruno, inserisce Coda in difesa, a centrocampo Muntari e Crescenzi nel tridente d'attacco al posto di Mitrita.
Atalanta (3-4-1-2): Gollini 6, Toloi 6.5, Caldara 6.5, Masiello 6.5, Hateboer 7, Cristante 6 (18′ st Kessie 6.5), Freuler 6, Spinazzola 6.5, Grassi 7 (40′ st Migliaccio sv), Gomez 7.5, Petagna 6 (18′ st Paloschi 5). (1 Berisha, 31 Rossi, 6 Zukanovic, 95 Bastoni, 77 Raimondi, 94 Melegoni, 7 D'Alessandro, 87 Mounier, 9 Pesic). All.: Gasperini.
Pescara (4-3-3): Bizzarri 6, Zampano 5, Bovo 5.5, Coda 5.5, Biraghi 6, Verre 5.5 (24′ st Coulibaly 5.5), Muntari 5, Memushaj 5.5 (35′ st Kastanos sv), Crescenzi 5.5 (35′ st Bahebeck sv), Cerri 6, Benali 5. (1 Fiorillo, 14 Campagnaro, 44 Fornasier, 16 Brugman, 36 Cubas, 93 Milicevic, 28 Mitrita, 30 Muric). All.: Zeman.
Arbitro: Fabbri.
Reti: nel pt 13′ Gomez; nel st 24′ Grassi, 48′ Gomez.
Ammoniti: Muntari, Masiello, Verre e Hateboer, gioco falloso.
Crotone- Fiorentina 0-1
E' ancora di Kalinic il gol al 90' che regala alla Fiorentina tre punti. Sembrava inevitabile lo 0-0 in una gara bruttina ed equilibrata quando il croato su bell'assist di Saponara supera l'uscita di Cordaz. Senza Bernardeschi, allo Scida Sousa piazza Ilicic e Borja Valero dietro a Kalinic. Nicola invece ritrova Rosi e Ceccherini e replica con Tonev e Falcinelli in attacco. 
Crotone (4-4-2): Cordaz, Rosi, Ferrari, Ceccherini (14' st Dussenne), Mesbah, Rodhen, Barberis (36' st Capezzi), Crisetig, Stoian, Falcinelli, Tonev (6' st Trotta). A disp.: 5 Festa, 33 Viscovo, 87 Martella, 31 Sampirisi, 27 Acosty,, 42 Sulijic, 9 Nalini, 20 Kotnik, 99 Nwankwo. All.: Nicola.
Fiorentina (3-4-1-2): Tatarusano, Sanchez, Gonzalo, Astori, Chiesa (21' st Saponara), Badelj, (25' st Olivera), Vecino, Tello, Borja Valero, Ilicic (25' st Babacar), Kalinic. A disp.: 23 Satalino, 57 Sportiello, 4 De Maio, 18 Salcedo, 19 Cristoforo,  24 Hagi, 27 Maistro, 30 Babacar, 31 Milic. All.: Paulo Sosa.
Arbitro: Pairetto.
Rete: nel st 44' Kalinic.
Ammoniti: Cordaz e Gonzalo.
Bologna-Chievo 4-1 
Il Bologna conquista la seconda vittoria di fila, dopo il Sassuolo, è il Chievo ad inchinarsi alla formazione di Donadoni che vince 4-1 in rimonta e ritrova il feeling coi suoi tifosi. Castro porta in vantaggio i clivensi, ma la squadra di Donadoni cala il poker con Verdi, doppietta di Dzemaili e Di Francesco.
Bologna (4-3-3): Da Costa; Krafth (15'st Di Francesco), Gastaldello, Maietta, Helander; Dzemaili, Nagy, Pulgar; Verdi, Destro (24'st Petkovic), Krejci (39'st Mbaye). A disp.: Oikonomou, Viviani, Sarr, Mirante, Donsah, Sadiq, Taïder.
All.: Donadoni
Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Frey (38'st Kiyine), Spolli, Cesar, Cacciatore; Castro, Radovanovic, Hetemaj (33'st de Guzman); Birsa; Pellissier (25'st Izco), Inglese. A disp.: Confente, Gamberini, Rigoni, Ngissah, Depaoli, Dainelli, Bastien, Seculin. All.: Maran.
Arbitro: Abisso.
Reti: 40'pt Castro, 16'st Verdi, 27'st e 45'st Dzemaili, 48'st Di Francesco.
Ammoniti: Pulgar, Hetemaj, Spolli, Maietta, Birsa. 
Roma-Sassuolo 3-1
La Roma non molla l'inseguimento alla Juventus. I giallorossi si impongono 3-1 sul Sassuolo e si riprendono il secondo posto scavalcando il Napoli. Successo in rimonta per gli uomini di Spalletti, passati in svantaggio dopo il gol di Defrel, Paredes e Salah firmano il sorpasso, poi arrotonda Dzeko.
Spalletti sceglie Paredes a centrocampo, in avanti Dzeko lascia spazio ad El Shaaarawy. Di Francesco si affida al tridente Berardi-Defrel-Politano. Avvio scoppiettante all'Olimpico.
Roma (3-4-2-1): Szczesny 5,5; Rudiger 6, Fazio 6, Manolas 5,5; Peres 5,5 (15' st Dzeko 7), Paredes 7 (42' st De Rossi sv), Strootman 7,5, Emerson 6,5; Salah 6,5 (30' st Perotti 6), Nainggolan 5,5; El Shaarawy 6. A disp.: Alisson, Lobont, Mario Rui, Juan Jesus, Vermaelen, Gerson, Grenier, Totti. All.: Spalletti.
Sassuolo (4-3-3): Consigli 6; Letschert 5 (1' st Lirola 5), Acerbi 5,5, Peluso 5, Dell'Orco 5,5; Pellegrini 6, Missiroli 6 (24' st Ricci 5,5), Duncan 6; Berardi 6, Defrel 6,5 (12' st Matri 5,5), Politano 6,5. A disp.: Pomini, Pegolo, Cannavaro, Aquilani, Iemmello, Ragusa. All.: Di Francesco.
Arbitro: Di Bello
Reti: 9' Defrel (S), 16' Paredes (R), 47' Salah (R), 23' st Dzeko (R)
Ammoniti: Strootman (R); Letschert, Peluso (P)
Udinese-Palermo 4-1
L'Udinese travolge il Palermo. I friulani calano il poker alla Dacia Arena e conquistano il secondo successo consecutivo, ottenuto in rimonta. Sallai illude la squadra di Lopez, ma Thereau pareggia i conti e nella ripresa i siciliani crollano: Zapata, De Paul e Jankto. Delneri si affida al tridente De Paul-Thereau-Zapata, Lopez vara la difesa a tre e rilancia Diamanti sulla trequarti con Sellai a supporto di Nestorovski. In porta esordio Scuffet per l'infortunio di Karnezis. 
Udinese (4-3-3): Scuffet; Widmer, Danilo, Angella, Samir (28′ st Heurtaux); Badu, Hallfredsson, Jankto (39′ st Kums); De Paul, Zapata, Thereau (13′ st Perica).  A disp.: Perisan, Borsellini, Balic, Evangelista, Gabriel Silva, Ewandro, Matos). All.: Delneri.
Palermo (3-4-2-1): Posavec; Cionek (20′ st Balogh), Gonzalez, Goldaniga; Morganella, Chochev, Gazzi, Aleesami (20′ st Pezzella); Diamanti, Sallai; Nestorovski (36′ st Jajalo). (Marson, Fulignati, Vitiello, Rispoli, Trajkovski, Embalo, Sunjic, Ruggiero, Lo Faso). All.: Lopez.
Arbitro: Maresca
Reti: 12′ pt Sallai, 42′ pt Thereau, 15′ st Zapata, 23′ st De Paul, 35′ st Jankto
Espulso: Diamanti
Ammoniti: Danilo, Hallfredsson, Thereau, Gazzi, Morganella

Sampdoria-Juventus 0-1

E' Cuadrado dopo appena 7 minuti di gioco a permettere alla Juventus di avere ragione di una buona Sampdoria, che si arrende 1-0 a 'Marassi'. Allegri rivoluziona la difesa schierando un reparto inedito con Dani Alves e Asamoah sugli esterni e la coppia Rugani-Barzagli in mezzo, a centro campo i titolarissimi e in attacco i quattro tenori Cuadrado, Dybala, Mandzukic e Higuain. Dalla parte opposta Giampaolo non rinuncia al suo 4-3-1-2 con Bruno Fernandes dietro le due punte Quagliarella-Muriel.

Sampdoria (4-3-1-2): Puggioni 6, Sala 5, Silvestre 6, Skriniar 6, Regini 5.5, Barreto 6, Torreira 6 (17′ st Praet 6), Linetty 6, Bruno Fernandes 5.5 (8′ st Schick sv, 30′ st Djuricic sv), Muriel 6, Quagliarella 6.5. A disp.: 12 Krapikas, 30 Falcone, 20 Pavlovic, 24 Bereszinski, 5 Dodò, 4 Simic, 17 Palombo, 21 Cigarini, 11 Alvarez, 47 Budimir. All. Giampaolo.

Juventus (4-2-3-1 ): Buffon 6, Dani Alves 5.5, Rugani 6, Barzagli 6.5, Asamoah 6.5, Pjanic 6, Khedira 6, Cuadrado 7 (27′ st Lemina sv), Dybala 6 (27′ pt Pjaca 5.5), Mandzukic 6, Higuain 6. A disp.: 39′ st Lichtsteiner sv). (25 Neto, 32 Audero, 3 Chiellini, 12 Alexsandro, 8 Marchisio, 28 Rincon, 27 Sturaro, 34 Keane, 19 Bonucci). All. Allegri.

Arbitro: Tagliavento 

Rete: pt 6′ Cuadrado 

Ammoniti: Regini e Dani Alves, gioco scorretto 


Empoli-Napoli 2-3

Il Napoli vince per la prima volta a Empoli battendo 3-2 i toscani in una partita dai due volti. Dopo aver chiuso il primo tempo avanti 3-0, un evidente calo di concentrazione dei ragazzi di Sarri nel secondo rende più difficili le cose con un finale arrembante dei padroni di casa, bravi a portarsi sul 3-2. Sarri risparmia il diffidato Koulibaly schierando Chiriches accanto ad Albiol. In mezzo, mentre davanti gioca il tridente leggero composto da Callejon, Mertens e Insigne. Martusciello rinuncia dal 1' a Maccarone. C'è Thiam in attacco insieme a Pucciarelli, con l'ex El Kaddouri nelle vesti di rifinitore. 

Empoli: Skorupski; Laurini, Bellusci, Costa, Pasqual; Krunic, Dioussè (26' st Mauri), Croce (40' st Dimarco) El Kaddouri; Thiam, Pucciarelli (22' st Maccarone). A disp. Pugliesi, Pelagotti, Zambelli, Veseli, Barba, Zajc, Buchel, Marilungo. All. Martusciello.

Napoli: Reina; Hysaj, Chiriches, Albiol, Ghoulam; Allan, Jorginho (17' st Diawara), Hamsik; Callejon, Mertens (38' st Milik), Insigne (32' st Giaccherini). A disp. Sepe, Rafael, Strinic, Maggio, Maksimovic, Zielinski, Koulibaly, Rog, Pavoletti. All. Sarri.

Arbitro: Damato.

Reti: pt 19' e 38' rig. Insigne (N), 24' Mertens (N); st 25' El Kaddouri (E), 37' rig. Maccarone (E).

Ammoniti: Jorginho, Callejon, Hysaj, Albiol (N), Costa, Dioussè, Mauri (E). 

Note: Skorupski (E) para un rigore a Mertens al 7'.


Cagliari-Lazio 0-0

Frena l'Inter ma anche la Lazio inciampa sul cammino per l'Europa. Termina con uno scialbo 0-0 il match del Sant'Elia tra il Cagliari e i biancazzurri brutti e sottotono. Inzaghi deve fare a meno di Milinkovic e propone Lulic, schierato sulla trequarti per non dare riferimenti al Cagliari, con Parolo e Biglia a gestire il centrocampo, più avanti Keita e Felipe Anderson.

Cagliari (4-4-2): Rafael 6; Isla 5, Pisacane 6 (41' st Salamon sv), Bruno Alves 6, Murru 5,5; Ionita 6, Dessena sv (9' Faragò 5,5), Tachtsidis 6,5, Padoin 6; Joao Pedro 6, Sau 6 (22' st Farias 6). A disp.: Gabriel, Colombo, Crosta, Miangue, Han, Di Gennaro. All.: Rastelli.

Lazio (4-2-3-1): Strakosha 6; Basta 5,5 (35' st Patric sv), De Vrij 6,5, Hoedt 6, Radu 6 (22' st Djordjevic 5); Parolo 6, Biglia 5; Felipe Anderson 6, Lulic 5,5, Keita 5 (26' st Luis Alberto 5); Immobile 5. A disp.: Vargic, Adamonis, Wallace, Lukaku, Lombardi, Crecco, Murgia, Mohamed. All.: Inzaghi.

Arbitro: Guida

Ammoniti: Faragò, Pisacane (C); Biglia, De Vrij (L)


Atalanta-Pescara 3-0

L'Atalanta travolge 3-0 il Pescara e torna a sperare nell'Europa League. Successo netto e meritato per i nerazzurri. Doppietta e un assist di 'Papu' Gomez schianta gli uomini di Zeman. Senza Kurtic, squalificato, Conti, infortunato, e con Kessié non al meglio, Gasperini ha rivisto il centrocampo con Hateboer, Cristante e Grassi, con Gollini piazzato al posto di Berisha tra i pali e il ritorno da titolare di Masiello. Sul fronte opposto Zeman, privo di Caprari, Stendardo e Bruno, inserisce Coda in difesa, a centrocampo Muntari e Crescenzi nel tridente d'attacco al posto di Mitrita.

Atalanta (3-4-1-2): Gollini 6, Toloi 6.5, Caldara 6.5, Masiello 6.5, Hateboer 7, Cristante 6 (18′ st Kessie 6.5), Freuler 6, Spinazzola 6.5, Grassi 7 (40′ st Migliaccio sv), Gomez 7.5, Petagna 6 (18′ st Paloschi 5). (1 Berisha, 31 Rossi, 6 Zukanovic, 95 Bastoni, 77 Raimondi, 94 Melegoni, 7 D'Alessandro, 87 Mounier, 9 Pesic). All.: Gasperini.

Pescara (4-3-3): Bizzarri 6, Zampano 5, Bovo 5.5, Coda 5.5, Biraghi 6, Verre 5.5 (24′ st Coulibaly 5.5), Muntari 5, Memushaj 5.5 (35′ st Kastanos sv), Crescenzi 5.5 (35′ st Bahebeck sv), Cerri 6, Benali 5. (1 Fiorillo, 14 Campagnaro, 44 Fornasier, 16 Brugman, 36 Cubas, 93 Milicevic, 28 Mitrita, 30 Muric). All.: Zeman. 

Arbitro: Fabbri.

Reti: nel pt 13′ Gomez; nel st 24′ Grassi, 48′ Gomez.

Ammoniti: Muntari, Masiello, Verre e Hateboer, gioco falloso.


Crotone- Fiorentina 0-1

E' ancora di Kalinic il gol al 90' che regala alla Fiorentina tre punti. Sembrava inevitabile lo 0-0 in una gara bruttina ed equilibrata quando il croato su bell'assist di Saponara supera l'uscita di Cordaz. Senza Bernardeschi, allo Scida Sousa piazza Ilicic e Borja Valero dietro a Kalinic. Nicola invece ritrova Rosi e Ceccherini e replica con Tonev e Falcinelli in attacco. 

Crotone (4-4-2): Cordaz, Rosi, Ferrari, Ceccherini (14' st Dussenne), Mesbah, Rodhen, Barberis (36' st Capezzi), Crisetig, Stoian, Falcinelli, Tonev (6' st Trotta). A disp.: 5 Festa, 33 Viscovo, 87 Martella, 31 Sampirisi, 27 Acosty,, 42 Sulijic, 9 Nalini, 20 Kotnik, 99 Nwankwo. All.: Nicola.

Fiorentina (3-4-1-2): Tatarusano, Sanchez, Gonzalo, Astori, Chiesa (21' st Saponara), Badelj, (25' st Olivera), Vecino, Tello, Borja Valero, Ilicic (25' st Babacar), Kalinic. A disp.: 23 Satalino, 57 Sportiello, 4 De Maio, 18 Salcedo, 19 Cristoforo,  24 Hagi, 27 Maistro, 30 Babacar, 31 Milic. All.: Paulo Sosa.

Arbitro: Pairetto.

Rete: st 44' Kalinic.

Ammoniti: Cordaz e Gonzalo.


Bologna-Chievo 4-1 

Il Bologna conquista la seconda vittoria di fila, dopo il Sassuolo, è il Chievo ad inchinarsi alla formazione di Donadoni che vince 4-1 in rimonta e ritrova il feeling coi suoi tifosi. Castro porta in vantaggio i clivensi, ma la squadra di Donadoni cala il poker con Verdi, doppietta di Dzemaili e Di Francesco.

Bologna (4-3-3): Da Costa; Krafth (15'st Di Francesco), Gastaldello, Maietta, Helander; Dzemaili, Nagy, Pulgar; Verdi, Destro (24'st Petkovic), Krejci (39'st Mbaye). A disp.: Oikonomou, Viviani, Sarr, Mirante, Donsah, Sadiq, Taïder.All.: Donadoni.

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Frey (38'st Kiyine), Spolli, Cesar, Cacciatore; Castro, Radovanovic, Hetemaj (33'st de Guzman); Birsa; Pellissier (25'st Izco), Inglese. A disp.: Confente, Gamberini, Rigoni, Ngissah, Depaoli, Dainelli, Bastien, Seculin. All.: Maran.

Arbitro: Abisso.

Reti: 40'pt Castro, 16'st Verdi, 27'st e 45'st Dzemaili, 48'st Di Francesco.

Ammoniti: Pulgar, Hetemaj, Spolli, Maietta, Birsa.