Rimini

La donna nella valigia è morta di stenti (video)

E' quanto emerge dall'autopsia. Confermato che non è la stessa sparita in crociera

| Altro
N. Commenti 0

27/marzo/2017 - h. 19.47

I primi rilievi dell'autopsia sul corpo della donna ritrovata in una valigia lungo la banchina del porto Canale di Rimini incomiciano a dare delle conferme. La donna non sarebbe morta per aneggamento o asfissia e nemmeno per altre cause esterne, ma molto probabilmente per stenti. Il suo corpo appare fortemente denutrito, ridotto a pelle e ossa. L'ipotesi più accreditata è quella che nel troley e poi gettata in mare possa essere stato qualcuno quando lei era già morta o in fin di vita.
Svanisce così anche l'ipotesi che si potesse trattare della donna di origine cinese sparita durante una crociera, come già da ieri pareva improbabile vista la differenza d'altezza fra le due di oltre 20 centimetri. La Squadra mobile della Polizia prosegue le indagini per scoprire come il suo corpo sia finito nel porto e per tentare di dare un nome a questa donna dai dati somatici asiatici.
<iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/N3aWcj4EXnE" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>
I primi rilievi dell'autopsia sul corpo della donna ritrovata in una valigia lungo la banchina del porto Canale di Rimini incomiciano a dare delle conferme. La donna non sarebbe morta per aneggamento o asfissia e nemmeno per altre cause esterne, ma molto probabilmente per stenti. Il suo corpo appare fortemente denutrito, ridotto a pelle e ossa. L'ipotesi più accreditata è quella che nel troley e poi gettata in mare possa essere stato qualcuno quando lei era già morta o in fin di vita.

Svanisce così anche l'ipotesi che si potesse trattare della donna di origine cinese sparita durante una crociera, come già da ieri pareva improbabile vista la differenza d'altezza fra le due di oltre 20 centimetri. La Squadra mobile della Polizia prosegue le indagini per scoprire come il suo corpo sia finito nel porto e per tentare di dare un nome a questa donna dai dati somatici asiatici.