Musica

Addio a Chris Cornell leader Soundgarden (video)

La "voce di Seattle" aveva 52 anni, il suo decesso "improvviso e inaspettato". Fondò anche gli Audioslave

| Altro
N. Commenti 0

18/maggio/2017 - h. 12.54

 

Ieri, all'arrivo a Detroit, aveva scritto su Twitter "back to Rock City". Poi, era salito sul palco del Fox Theatre con la sua storica band, i Soundgarden, riformatasi nel 2010 dopo l'epopea grunge, per quello che sarebbe stato il suo ultimo concerto. 
Chris Cornell, una delle voci più potenti del rock, è morto all'età di 52 anni. Una scomparsa "improvvisa e inaspettata", ha dichiarato il suo agente Brian Bumbery. La moglie e la famiglia sono sotto choc. Non ci sono, per ora, dettagli chiari sulle cause della morte, la famiglia chiede di rispettare la privacy. 
Voce cristallina e potente, quella di Cornell è stata il simbolo e il marchio di fabbrica dei Soundgarden, la storica grunge band di Seattle, prima, all'interno della scena, a firmare un contratto per una casa discografica major (la A&M presso la quale si accasarono nel 1988). Gli inizi sono 'carbonari' nell'underground a stelle e strisce con gli Shemps, palestra per cementare l'affiatamento con il bassista Hiro Yamamoto e il chitarrista Kim Thayil. Da lì parte la leggenda dei Soundgarden, dal nome di una scultura mobile in un parco di Seattle che produce suoni 'animata' dal passaggio del vento.
Si allunga così la maledizione grunge, l'ultimo movimento rock in grado di smuovere masse di ascoltatori in tutto il mondo. Kurt Cobain, leader dei Nirvana, icona a malincuore di quella che veniva definita la 'Generazione X', morì suicida nel 1994; Layne Staley, cantante degli Alice in Chains, morì di overdose nel 2002 come Scott Weiland, voce degli Stone Temple Pilots, nel 2011.
<iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/KhJ9IwYc5NU" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>
<iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/3mbBbFH9fAg" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>
Ieri, all'arrivo a Detroit, aveva scritto su Twitter "back to Rock City". Poi, era salito sul palco del Fox Theatre con la sua storica band, i Soundgarden, riformatasi nel 2010 dopo l'epopea grunge, per quello che sarebbe stato il suo ultimo concerto. 

 

Chris Cornell, una delle voci più potenti del rock, è morto all'età di 52 anni. Una scomparsa "improvvisa e inaspettata", ha dichiarato il suo agente Brian Bumbery. La moglie e la famiglia sono sotto choc. Non ci sono, per ora, dettagli chiari sulle cause della morte, la famiglia chiede di rispettare la privacy. 

Voce cristallina e potente, quella di Cornell è stata il simbolo e il marchio di fabbrica dei Soundgarden, la storica grunge band di Seattle, prima, all'interno della scena, a firmare un contratto per una casa discografica major (la A&M presso la quale si accasarono nel 1988). Gli inizi sono 'carbonari' nell'underground a stelle e strisce con gli Shemps, palestra per cementare l'affiatamento con il bassista Hiro Yamamoto e il chitarrista Kim Thayil. Da lì parte la leggenda dei Soundgarden, dal nome di una scultura mobile in un parco di Seattle che produce suoni 'animata' dal passaggio del vento.

Si allunga così la maledizione grunge, l'ultimo movimento rock in grado di smuovere masse di ascoltatori in tutto il mondo. Kurt Cobain, leader dei Nirvana, icona a malincuore di quella che veniva definita la 'Generazione X', morì suicida nel 1994; Layne Staley, cantante degli Alice in Chains, morì di overdose nel 2002 come Scott Weiland, voce degli Stone Temple Pilots, nel 2011.