Serie B

Cesena-Verona 0-0 e i veneti sono in A (video)

Bella prova anche da parte dei romagnoli. Partita equilibrata. Al termine invasione di campo. Tutti i risultati

| Altro
N. Commenti 0

19/maggio/2017 - h. 00.36

Cesena-Verona uno 0-0 che per i veneti vuol dire serie A e per i romagnoli concedarsi dal proprio pubblico, già salvi, con una bella figura. Infatti è stata festa grande al termine al Manuzzi, dove sono accorsi oltre 4000 tifosi gialloblù, che ha corso il rischio di essere rovinata da alcuni tifosi romagnoli male intenzionati che sono entrati in campo, arrivando a pochi metri dal settore occupato dai tifosi gialloblù. Bella partita, equilibrata con diverse occasioni da gol per parte. La scelta Camplone di fare debuttare Bardini, non ha deluso, anzi, il portiere è stato autore di un'ottima prestazione. Il portiere cesenate è stato poi superbo anche sul tiro a botta sicura di Siligardi. 
Il Verona a 74 punti, gli stessi conseguiti dal Frosinone, ma sale direttamente in A in virtù del vantaggio negli scontri diretti mentre i ciociari devono sperare nei play off. Questo il quadro dei playoff: Cittadella-Carpi lunedì 22, la vincente affronterà in semifinale il Frosinone venerdì 26 (ritorno lunedì 29); Benevento-Spezia martedì 23, la vincente affronterà il Perugia sabato 27 (ritorno martedì 30). Finale: andata domenica 4 giugno, ritorno giovedi 8 giugno. Non si disputeranno invece i playout, per via dei 5 punti di distacco tra il Trapani (49) e Avellino, Ternana, Pro Vercelli ed Ascoli (tutte a 49). Vicenza e Trapani raggiungono in Lega Pro le già retrocesse Latina e Pisa.
Cesena (3-5-2): Bardini; Donkor, Rigione, Ligi; Setola (18′ st Kone), Crimi, Laribi (11′ st Schiavone), Garritano, Falasco; Rodriguez (32′ st Akammadu), Ciano. A disp.: Agazzi, Schiavone, Gasperi, Balzano, Kone, Capelli, Renzetti, Akammadu, Cavallari. All.: Camplone.
Verona (4-3-3): Nicolas; Pisano, Bianchetti, Ferrari A., Souprayen; Fossati, Zuculini B., Bessa (43′ st Luppi); Siligardi (17′ st Valoti), Pazzini, Romulo (34′ st Troianiello). A disp.: Coppola, Troianiello, Ganz, Luppi, Zaccagni, Fares, Cappelluzzo, Valoti, Caracciolo. All.: Pecchia.
Arbitro: La Penna.
Ammoniti: Donkor, Siligardi.
Questi i  risultati degli incontri della 42/a ed ultima giornata di Serie B. Ascoli-Ternana 1-2, Avellino-Latina 2-1, Brescia-Trapani 2-1, Carpi-Novara 2-0, Cesena-Verona 0-0, Entella-Cittadella 4-1, Frosinone-Pro Vercelli 2-1, Perugia-Salernitana 3-2, Pisa-Benevento 0-2, Spal-Bari 2-1, Vicenza-Spezia 0-1. Verona promosso in Serie A, Frosinone terzo e ai playoff. Vicenza e Trapani retrocedono in Lega Pro, non ci saranno i playout. Spal già promossa in Serie A.
<iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/-cTVBvUQCfc" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>
Cesena-Verona uno 0-0 che per i veneti vuol dire serie A e per i romagnoli concedarsi dal proprio pubblico, già salvi, con una bella figura. Infatti è stata festa grande al termine al Manuzzi, dove sono accorsi oltre 4000 tifosi gialloblù, che ha corso il rischio di essere rovinata da alcuni tifosi romagnoli male intenzionati che sono entrati in campo, arrivando a pochi metri dal settore occupato dai tifosi gialloblù. Bella partita, equilibrata con diverse occasioni da gol per parte. La scelta Camplone di fare debuttare Bardini, non ha deluso, anzi, il portiere è stato autore di un'ottima prestazione. Il portiere cesenate è stato poi superbo anche sul tiro a botta sicura di Siligardi. 

Il Verona ha 74 punti, gli stessi conseguiti dal Frosinone, ma sale direttamente in A in virtù del vantaggio negli scontri diretti mentre i ciociari devono sperare nei play off. Questo il quadro dei playoff: Cittadella-Carpi lunedì 22, la vincente affronterà in semifinale il Frosinone venerdì 26 (ritorno lunedì 29); Benevento-Spezia martedì 23, la vincente affronterà il Perugia sabato 27 (ritorno martedì 30). Finale: andata domenica 4 giugno, ritorno giovedi 8 giugno. Non si disputeranno invece i playout, per via dei 5 punti di distacco tra il Trapani (49) e Avellino, Ternana, Pro Vercelli ed Ascoli (tutte a 49). Vicenza e Trapani raggiungono in Lega Pro le già retrocesse Latina e Pisa.

Cesena (3-5-2): Bardini; Donkor, Rigione, Ligi; Setola (18′ st Kone), Crimi, Laribi (11′ st Schiavone), Garritano, Falasco; Rodriguez (32′ st Akammadu), Ciano. A disp.: Agazzi, Schiavone, Gasperi, Balzano, Kone, Capelli, Renzetti, Akammadu, Cavallari. All.: Camplone.

Verona (4-3-3): Nicolas; Pisano, Bianchetti, Ferrari A., Souprayen; Fossati, Zuculini B., Bessa (43′ st Luppi); Siligardi (17′ st Valoti), Pazzini, Romulo (34′ st Troianiello). A disp.: Coppola, Troianiello, Ganz, Luppi, Zaccagni, Fares, Cappelluzzo, Valoti, Caracciolo. All.: Pecchia.

Arbitro: La Penna.

Ammoniti: Donkor, Siligardi.

Questi i  risultati degli incontri della 42/a ed ultima giornata di Serie B. Ascoli-Ternana 1-2, Avellino-Latina 2-1, Brescia-Trapani 2-1, Carpi-Novara 2-0, Cesena-Verona 0-0, Entella-Cittadella 4-1, Frosinone-Pro Vercelli 2-1, Perugia-Salernitana 3-2, Pisa-Benevento 0-2, Spal-Bari 2-1, Vicenza-Spezia 0-1. Verona promosso in Serie A, Frosinone terzo e ai playoff. Vicenza e Trapani retrocedono in Lega Pro, non ci saranno i playout. Spal già promossa in Serie A.