Nazionale di calcio

Italia ai palyoff grazie a Candreva (video)

Gli Azzurri faticano e rischiano molto contro l'Albania ma trovano tre punti fondamentali: 1-0

| Altro
N. Commenti 0

10/ottobre/2017 - h. 03.41

Ventura, con la testa dura, ha riproposto anche contro l'Albania il 4-2-4 con il quale aveva perso contro la Spagna ma questa volta gli è andata bene grazie a Candreva che ha centrato la porta portando a casa una vittoria che ci garantisce i playoff per i Mondiali e, forse, anche come testa di serie.
Ma questa Nazionale, tremebonda e ottusa, improponibile tatticamente e fragile psicologicamente, se non cambia va poco lontano. A novembre, con il recupero di qualche infortunato, è legittimo attendersi un miglioramento, ma comincia a sedimentarsi il sospetto che uno dei problemi stia nel manico. 
I disagi dell'Italia sono emersi anche ieri sera a centrocampo, perché Gagliardini e Parolo non hanno saputo reggere il confronto con Basha e Kace, perché persino Sadiku, l'unica punta schierata da Panucci, si è votato al sacrificio, perché l'aggressività albanese ha creato non pochi grattacapi. 
Va da sé che con Eder e Candreva in più rispetto al moscissimo 1-1 di venerdì scorso con la Macedonia, in teoria il tasso tecnico nella Nazionale è aumentato. Nulla, comunque, è stato facile perché all'Italia niente riesce facile a prescindere dall'avversario che affronta.
Martedì 17 ottobre a Zurigo ci saranno i sorteggi dei playoff, le rivali possibili adesso sono Svezia, Irlanda del Nord, Irlanda e Grecia.
Albania (4-1-4-1): Berisha, Hysaj, Mavraj, Veseli, Agolli; Basha (23' st Lila); Roshi (45' st Ahmedi), Kace, Memushaj (30' st Latifi), Grezda; Sadiku. A disp.: Hoxha, Kolici, Ndoj, Balliu, Ajeti, Djimsiti, Lenjani, Memolla, Xhaka. All.: Panucci
Italia (4-2-4): Buffon, Darmian (15' st Zappacosta), Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Parolo, Gagliardini; Candreva, Immobile, Eder (42' st Gabbiadini), Insigne (46' st El Shaarawy). A disp.: Donnarumma, Perin, Astori, Rugani, D'Ambrosio, Cristante, Barella, Bernardeschi, Verdi. All.: Ventura
Arbitro: Moen (Norvegia)
Rete: 28' st Candreva (I)
Ammonito: Chiellini (I)
<iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/HQCA9-qgzRA" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>
Ventura, con la testa dura, ha riproposto anche contro l'Albania il 4-2-4 con il quale aveva perso contro la Spagna ma questa volta gli è andata bene grazie a Candreva che ha centrato la porta portando a casa una vittoria che ci garantisce i playoff per i Mondiali come testa di serie.

Ma questa Nazionale, tremebonda e ottusa, improponibile tatticamente e fragile psicologicamente, se non cambia va poco lontano. A novembre, con il recupero di qualche infortunato, è legittimo attendersi un miglioramento, ma comincia a sedimentarsi il sospetto che uno dei problemi stia nel manico. I disagi dell'Italia sono emersi anche ieri sera a centrocampo, perché Gagliardini e Parolo non hanno saputo reggere il confronto con Basha e Kace, perché persino Sadiku, l'unica punta schierata da Panucci, si è votato al sacrificio, perché l'aggressività albanese ha creato non pochi grattacapi. Va da sé che con Eder e Candreva in più rispetto al moscissimo 1-1 di venerdì scorso con la Macedonia, in teoria il tasso tecnico nella Nazionale è aumentato. Nulla, comunque, è stato facile perché all'Italia niente riesce facile a prescindere dall'avversario che affronta.

Martedì 17 ottobre a Zurigo ci saranno i sorteggi dei playoff, le rivali possibili adesso sono Svezia, Irlanda del Nord, Irlanda e Grecia.

Albania (4-1-4-1): Berisha, Hysaj, Mavraj, Veseli, Agolli; Basha (23' st Lila); Roshi (45' st Ahmedi), Kace, Memushaj (30' st Latifi), Grezda; Sadiku. A disp.: Hoxha, Kolici, Ndoj, Balliu, Ajeti, Djimsiti, Lenjani, Memolla, Xhaka. All.: Panucci

Italia (4-2-4): Buffon, Darmian (15' st Zappacosta), Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Parolo, Gagliardini; Candreva, Immobile, Eder (42' st Gabbiadini), Insigne (46' st El Shaarawy). A disp.: Donnarumma, Perin, Astori, Rugani, D'Ambrosio, Cristante, Barella, Bernardeschi, Verdi. All.: Ventura

Arbitro: Moen (Norvegia)

Rete: 28' st Candreva (I)

Ammonito: Chiellini (I)